1ª GIORNATA - DOMENICA 11 OTTOBRE 2020

 

SAN MINIATO  -  STAFFOLI  4-1

 

 

11-10-2020Preannunciata da conferme poi smentite e da smentite poi confermate, in un bailamme di voci più o meno incontrollate, sui campi dilettantistici del calcio toscano è andata in scena una delle Domeniche più surreali mai viste dal dopoguerra ad oggi. Non fa eccezione l’incontro disputato a porte chiuse sul campo sportivo de La Scala fra San Miniato e Staffoli.

Scandito dalle urla dei giocatori al cospetto di pochi intimi ammessi all’interno dell’impianto sportivo, San Miniato e Staffoli hanno svolto il loro dovere dandosi battaglia a viso aperto per tutti i novanta minuti.

Partita in verità con poca storia, messa in ghiaccio dai padroni di casa già dopo tredici minuti con un micidiale uno-due – complice l’allegra difesa nostrana – che avrebbe steso un toro.

Il San Miniato carica a testa bassa, già al 3’ Mucciacito si presenta solitario davanti a Vannoli bravo nell’occasione a chiudere in angolo.

Al 5’ è Boldrini a calciare alto da buona posizione. Lo Staffoli sbanda paurosamente e all’8 capitola.

Sulla punizione dall’out sinistro scodellata in mezzo da Donati, è pronto all’impatto Giani che di testa fa secco il nostro estremo difensore.

Lo Staffoli accusa il colpo e al 13’ un clamoroso buco centrale libera Zini davanti a Vannoli. Di giustezza il suo tocco a superare Vannoli per il raddoppio del San Miniato.

Dopo la fruttuosa sfuriata iniziale i padroni di casa rifiatano concedendoci un po’ di campo, ma eccetto un paio di mischie con conclusioni strozzate non annotiamo neppure una parata di Morelli.

Al 30’ altra incertezza della difesa staffolese.

Solita punizione dalla trequarti messa in mezzo all’area e biancorossi ancora in affanno: di testa colpisce Lamberti, stavolta Vannoli è reattivo nella respinta ma non può niente sul tap-in vincente di Mucciacito. Si va al riposo sul triplo vantaggio interno con la chiara sensazione di una partita ormai incanalata in un’unica direzione.

Nella ripresa il San Miniato allenta la presa e lo Staffoli prova quantomeno un abbozzo di reazione.

Al 53’ incursione personale di Del Ry, la sua conclusione è deviata in angolo da Morelli.

Al 61’ lo Staffoli batte un colpo. Preciso il cross di capitan Rinaldi per l’appostato Sassano che da non più di cinque metri incorna per il gol del momentaneo 3-1.

Appena il tempo di provare ad organizzare un improbabile tentativo di rimonta che il San Miniato ristabilisce le distanze.

E’ Brandi ad ostacolare Zini in area, nella corsa i due contendenti terminano entrambi in terra:  per l’inflessibile Sig. Cravini di Livorno ci sono gli estremi per la massima punizione.

Potente e precisa la battuta di Mucciacito non lascia scampo a Vannoli.

Sul 4-1 la partita si trascina stancamente al termine fra una girandola di sostituzione da ambo le parti. Davvero poco o niente da segnalare nell’ultima mezz’ora col San Miniato coperto ed attento a difesa del cospicuo vantaggio ed uno Staffoli incapace di pungere. 

Una falsa partenza che non deve allarmare ma sicuramente deve far riflettere tutto l'ambiente riportandoci coi piedi  per terra per un bagno di umiltà che fortunatamente arriva alla prima giornata.

Chiudiamo con due parole sulla situazione sanitaria che stiamo vivendo. Le autorità competenti in materia calcistica dovranno, gioco forza, prendere il toro per le corna e varare dettami chiari ed univoci, popolari o impopolari che siano, perché la navigazione a vista portò a sbattere pure il Titanic. 

 

 

SAN MINIATO – STAFFOLI 4-1

 

SAN MINIATO: Morelli, Mori, Campinoti, Marconcini, Scali, Lamberti (85’ Nencioni), Boldrini (75’ Lucchesi), Giani, Zini (72’ Faraoni), Mucciacito (82’ Susini), Donati

A disposizione Micheli, Caponi, Nidiaci

All.: Stefano Valori  

 

STAFFOLI: Vannoli, Brandi, Favini, Marconcini (85’ Ranieri), Pozzesi (64’ Meta), Giardini, Rinaldi, Spatola (46’ Vanni), Giannetti (82’ Quaglierini), Del Ry, Sassano (72’ Guidi)

A disposizione: Bambi, Safina, Guagliardo, Islami

All.: Christian Boi

 

ARBITRO: Sig. Ludovico Cravini di Livorno

 

RETI: 8’ Giani, 13’ Zini, 30’ Mucciacito, 61’ SASSANO, 66’ rig. Mucciacito 

 

NOTE: Ammoniti Lamberti, Susini, Giannetti, Brandi

 

 



COPPA TOSCANA 2ª GIORNATA - DOMENICA 4 OTTOBRE 2020

 

STAFFOLI  -  MARGINONE  2-2  (Coppa Toscana)

 

 

27-09-2020 In una giornata simil autunnale, sebbene il calendario indichi appena il 27 Settembre, Staffoli e Marginone danno vita ad un incontro vibrante, valido tecnicamente, ricco di emozioni e condito da ben quattro reti e un palo.

Alla fine ne esce un pareggio sostanzialmente giusto con lo Staffoli che nella seconda frazione del primo tempo avrebbe potuto scavare un solco quasi incolmabile per i pur coriacei ospiti, ed un Marginone più tonico e convinto nella ripresa con due occasioni colossali per fare propria l’intera posta.

Ma andiamo con ordine. Inizio in sordina per lo Staffoli, al 4’ è Tognotti ad alzare sopra la traversa da buona posizione. Il Marginone sembra messo meglio in mezzo al campo.

All’8’ Del Ry prova a dare la scossa ai biancorossi, bella la sua conclusione dai venti metri, Angeli devia in angolo.

Al 19’ la sblocca Tognotti, vecchio marpione dell’area di rigore, che direttamente dalla battuta d’angolo incorna da non più di sei metri facendo secco il pur bravo Bambi.

Preso lo schiaffo lo Staffoli si sveglia. Marconcini scodella in mezzo all’area un paio di pericolose punizioni, sulla seconda di queste si accende una mischia risolta da Luca Giardini il cui tiro deviato da Pinochi spiazza Angeli e la parità è ristabilita.

Il Marginone accusa il colpo e sbanda paurosamente. Al 37’ Spatola invita al tiro da Sassano: la punta biancorossa anzichè concludere di prima intenzione cerca un improbabile dribbling in mezzo all’area avversaria finendo per perdere palla.

Passano appena due minuti e stavolta il tap-in è vincente. Fuga di Rinaldi sulla fascia destra, palla col contagiri per Giannetti, precisa la sua conclusione, Angeli risponde come può, sulla sfera si avventa Sassano che da due passi ribalta l’incontro.

Dopo tanti gol con gli juniores, per Matteo Sassano si tratta del primo gol in assoluto con la prima squadra del G.S. Staffoli. Felicitazioni da tutti.

Marginone alle corde. Al 41’ altra fuga di Rinaldi sulla fascia destra e palla in mezzo al bacio per l’accorrente Del Ry che impatta troppo bene col piattone sinistro alzando di poco sopra la traversa.

Si va al riposo meritatamente in vantaggio.

Neppure il tempo di ripartire che arriva il controverso pareggio ospite. E’ Antoni a partire in posizione dubbia e a presentarsi davanti a Bambi, bravissimo il nostro estremo difensore a chiudere la sua conclusione: con la palla che si impenna è Rotunno il primo ad avventarsi sulla sfera colpendola di testa, il nostro portiere riesce in qualche modo a deviare la conclusione mandandola a sbattere sotto la traversa. La palla rimbalza poi sul terreno di gioco e onestamente dalla tribuna è impossibile dire se al di qua o al di là della linea bianca. Per l’inamovibile Sig. Giolli di Empoli si tratta del gol del pareggio.

Al 55’ ci facciamo vedere nuovamente in area avversaria con Spatola che in azione di percussione supera un nugolo di avversari per poi lasciare la conclusione a Sassano. Angeli risponde di piede in calcio d’angolo.

Col passare dei minuti arretriamo però il nostro raggio d’azione e il Marginone esce alla distanza.

Al 74’ ancora Rotunno partito sul filo del fuorigioco giunge indisturbato di fronte e Bambi e ci grazia calciando di poco a lato.

Adesso fatichiamo a ripartire.

Al 79’ ancora un buco centrale libera il neo entrato Paganelli a due passi da Bambi, il suo tiro va a stampare il palo interno alla destra del nostro portiere per poi ballonzolare sulla linea e, per nostra fortuna, sfilare via dal lato opposto.

Il Marginone spinge in cerca del successo e all’86’ dopo una paurosa mischia nella nostra area, ci salva Bambi con una bella parata a terra.

Con un punto in due partite abbandoniamo la Coppa Toscana,  lasciando a Marginone e Ponte a Cappiano l’onore di giocarsi il primato nello scontro diretto di Domenica prossima.

Adesso ci sono due settimane di pausa prima dell’inizio del campionato previsto per Domenica 11 Ottobre sul terreno del San Miniato.

Ripetiamo per l'ennesima volta che sarà importante partire bene perchè quest'anno i passi falsi concessi saranno pochi.

  

 

STAFFOLI – MARGINONE 2-2

 

STAFFOLI: Bambi, Brandi, Favini, Marconcini, Franceschi (47’ Vanni), Giardini, Rinaldi, Spatola, Giannetti (73’ Pozzesi), Del Ry (90’ Ranieri), Sassano (80’ Guidi)

A disposizione: Vannoli, Quaglierini, Nieri, Islami, Campigli

All.: Christian Boi

 

MARGINONE: Angeli, Pinochi (84’ Tocchini), Del Carlo, Conte, Ricci (78’ Carmignani), Lencioni, Giusfredi (85’ Bassetti), Picchi (78’ Paganelli), Rotunno, Tognotti, Antoni (62’ Lici)

A disposizione: Bonciolini, Besson, Fiore, Sarti

All.: Leonardo Tocchini

 

ARBITRO: Sig. Massimo Giolli di Empoli

 

RETI: 19’ Tognotti, 35’ GIARDINI, 39’ SASSANO, 47’ Rotunno 

 

NOTE: Ammoniti Marconcini, Conte, Carmignani, Del Carlo

 



COPPA TOSCANA 1ª GIORNATA - DOMENICA 20 SETTEMBRE 2020

 

PONTE A CAPPIANO  -  STAFFOLI  1-0  (Coppa Toscana)

 

 

20-09-2020 - Dopo quasi sette mesi torniamo finalmente a vedere e commentare una partita di calcio. La buona cornice di pubblico che quest'oggi ha accompagnato l'evento è  la testimonianza tangibile della voglia di calcio e di normalità che un virus ancora presente ci ha inopinatamente sottratto e che sembra volerci tormentare fino all'inverosimile prima di poter tornare a sorridere. Sinceramente abbiamo tutti bisogno di un po' di serenità.

Sono ben sei i giocatori di casa che in passato hanno  vestito la casacca biancorossa staffolese, sette se consideriamo  anche Landi inizialmente in panchina.

Dopo le prime fasi di studio è Covato al 10' a presentarsi davanti a Vannoli, pronto e reattivo l'estremo difensore biancorosso nel chiudere la punta biancazzurra.

Lo Staffoli  tiene bene il campo facendosi leggermente preferire in fase di manovra, ma davanti non punge. Al 23' da segnalare un brutto scontro a centrocampo fra Filidei e Covato: il nostro difensore è costretto ad abbandonare il  terreno di  gioco. Non siamo in grado di specificare con esattezza la dinamica dell'incidente, fatto sta che le ultime notizie parlano di frattura del setto nasale per Simone Filidei. 

Un grossissimo in bocca al lupo allo sfortunato neo-capitano biancorosso.

Al suo posto entra Lorenzo Favini nell'inedito ruolo di esterno basso per risultare a fine partita uno dei più positivi.

Al 35' ancora l'indemoniato Covato liberato da un assist aereo di Cesari calcia a lato da buona posizione.

Noi continuiamo a masticare gioco ma per vedere una conclusione a rete degna di nota  bisogna attendere il 39' con Rinaldi, il suo tiro dal limite viene bloccato sul primo palo da Poggetti.

Al 41' il gol  partita interamente confezionato da tre ex biancorossi. 

E' Cesari ad invitare Bruni al tiro dai venticinque metri. Il suo fendente parte centrale rasoterra e nella  traiettoria va ad incocciare fortuitamente lo scarpino di Emanuele Covato appostato al limite: ne viene fuori una micidiale palombella che va a spegnersi nel sette alla destra dell'esterrefatto Vannoli.

Si va al riposo con i locali in vantaggio bravi e fortunati nel capitalizzare una delle pochissime occasioni da rete viste nel primo tempo.

La ripresa si  apre con lo Staffoli deciso a fare la partita. Al 47' è Giardini in proiezione offensiva a colpire di testa facendo sfilare la palla a lato. Due minuti dopo è bravo Mandorlini a liberarsi in area ma il suo tiro sorvola la traversa, e questa sarà l'unica e l'ultima conclusione a rete dei locali in tutto il secondo tempo.

I biancorossi col passare dei minuti costringono il Ponte a Cappiano sempre più sulla difensiva, crescono Favini e Rinaldi sulla fascia sinistra, in mezzo al campo Del Ry si scrolla di dosso l'apatia del primo tempo.

Al 58' una rapidissima ripartenza di Sassano sulla fascia destra semina il panico nella difesa locale, una volta in area riesce a liberarsi al tiro ma Poggetti si oppone da par suo.

A metà del tempo iniziano da entrambe le parti  una girandola di sostituzioni che non cambiano in realtà di molto l'inerzia della partita. Il Ponte a Cappiano si trova spesso a difendere  a pieno organico, gli spazi di manovra per lo Staffoli sono sempre più ristretti, servirebbe l'acuto, servirebbe la giocata, chè difficilmente in queste situazioni arriva il gol con azione manovrata.

Gli ultimi minuti sono all'arma bianca. 

All'84 Rinaldi mette fuori da buona posizione. All'87' ancora Giardini di testa a botta sicura incoccia le gambe di Mazzei in disperata chiusura. All'89' Giannetti alza di testa da non più di cinque metri  su assist volante di Del Ry. 

Al 92' il pari sembra cosa fatta. Azione personale di Pozzesi sulla fascia  sinistra, teso il suo fendente in mezzo all'area, ma prima Giannetti e poi Ranieri mancano il tocco vincente di un nonnulla.

Usciamo sconfitti con l'onore delle armi e con qualche rammarico.

Mister Boi dovrà lavorare sulla cattiveria e sulla freddezza sotto porta perchè una prestazione del genere non può farci tornare a casa con un pugno di mosche.

Domenica prossima giocheremo in casa il  secondo atto della Coppa Toscana contro il Marginone.

 

 

 

PONTE A CAPPIANO – STAFFOLI 1-0

 

PONTE A CAPPIANO: Poggetti, Dani, Betti, Mazzei, Carli (62’ Bonamici), Della Maggiore, Manetti (91’ Landi), Bruni, Cesari, Mandorlini (83’ Beconcini), Covato (62’ Polimeni)

A disposizione: Buti

All.: Massimo Marchetti

 

STAFFOLI: Vannoli, Brandi, Franceschi, Del Ry (89’ Ranieri), Giardini, Filidei (23’ Favini), Rinaldi, Spatola, Islami (74’ Pozzesi), Sassano (78’ Marconcini), Giannetti

A disposizione: Bambi, Quaglierini, Nieri, Campigli, Safina

All.: Christian Boi

 

Arbitro: Sig. Alessandro Galla’ di Pistoia

 

RETE: 41’ Covato 

 

NOTE: Ammoniti Della Maggiore, Carli, Bonamici, Bruni, allenatore Marchetti, Del Ry, Islami