===========================================

 

 

===========================================

CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA TOSCANA ANNO 2017/2018

 

GIRONE    D


  CAPANNE  -  STAFFOLI  2-2

 

06/05/18 - Si chiude con un salomonico pareggio il sesto campionato di Prima Categoria del G.S. Staffoli. Un pareggio che condanna i rossoverdi locali a giocarsi sul terreno di Casole d'Elsa le speranze di mantenere la categoria e al contempo arresta, proprio in chiusura, l'emorragia di punti alla quale la nostra squadra ci aveva abituato nelle ultime settimane.

Essendo le due squadre libere da vincoli di classifica, con i locali ormai rassegnati a giocarsi lo spareggio play-out e con biancorossi di Mister Ermini fuori da tutti i giochi da diverse giornate, è stata un partita giocata senza troppi tatticismi e tutto sommato su buoni ritmi.

La sblocca Davini al 22' del primo tempo. Lancio lungo dalla difesa a scavalcare il centrocampo: la punta capannese scatta sul filo del fuorigioco facendosi beffe della retroguardia staffolese e con un pallonetto dai venti metri supera Caprai in uscita. Immediata la reazione dello Staffoli che perviene al pareggio dopo pochi minuti, ma il Sig. Piro di Livorno annulla l'incornata vincente di Bartalesi per millimetrico fuorigioco. 

Pareggio però che arriva al 32' sempre di testa e sempre da parte del baby Bartalesi, quest'oggi lanciato per la prima volta titolare al centro dell'attacco staffolese, pronto a sfruttare tutti i suoi centimetri per battere Mazziotta sul palo sinistro svettando più in alto di tutti su calcio d'angolo battuto dalla destra dell'attacco biancorosso.

Staffoli che si rilassa e Capanne di nuovo avanti al 41' col terzino Bacci pronto a risolvere una mischia in area nata su azione di calcio d'angolo. Il suo tocco da pochi metri non lascia scampo a Caprai.

Ad inizio ripresa Bartalesi toccato duro è costretto a lasciare il campo in favore di Francesco Cesari. 

Staffoli votato alla fase offensiva ed obbligato a fare la partita per evitare di chiudere con un'ennesima sconfitta un finale di stagione a dir poco deficitario.

Al 63' la palla giusta càpita sui piedi di Bertini, il quale lanciato a rete si presenta da solo davanti a Ventavoli (subentato a Mazziotta), ma il suo piazzato va a sbattere contro l'estremo difensore capannese. Sarà questa l'ultima palla giocata da Capitan Francesco Bertini nelle fila staffolesi. Infatti dopo undici stagioni, due promozioni conquistate e 108 reti realizzate saluta tutti e lascia il G.S. Staffoli. Al 65' al momento della sua sostituzione un lungo applauso del pubblico presente e dei giocatori in campo sottolinea il momento, per certi versi, storico.

La partita prosegue con una girandola di sostituzioni da entrambe le parti: da segnalare l'esordio in prima squadra del baby di belle speranze Lorenzo Safina nato il 4 aprile 2000.

Staffoli mai domo e all'83' arriva il pari. Cross dalla destra di Rinaldi, quest'oggi uno dei migliori, e Cesari  affossato inequivocabilmente in mezzo all'area. Calcio di rigore che lo stesso bomber Cesari si incarica  di battere e trasformare con un tiro preciso alla destra di  Ventavoli. Per lui si tratta del quindicesimo gol stagionale e dodicesimo in campionato.

Finale di partita con le Capanne avanti a testa bassa a caccia del nuovo gol del vantaggio, ma non accade più niente. 

Per i rossoverdi locali, come prevedibile, ci sarà la poco simpatica coda del play-out sul campo della Casolese con un solo risultato utile per cercare di mantenere la categoria.

Lo Staffoli, dopo aver cullato sogni di play-off, chiude il campionato all'ottavo posto. Non certo un risultato strepitoso, ma nemmeno da disprezzare in toto.

 

 

CAPANNE – STAFFOLI 2-2

 

CAPANNE: Mazziotta (46’ Ventavoli), Bacci, Muzzillo, Pintagro (61’ Fogli), Caponi, Lamberti, Rigatti, Giani (76’ Nacci), Davini (82’ Pennacchia), Mori, Rossi

A disposizione: Bracci, Aurilia, Barbanti

All.: Carlo Coscetti

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Di Vina (55’ Della Maggiore), Paolieri, Filidei (73’ Safina), Bianchi (55’ Morelli), Bertini (65’ Covato), Pagni, Bartalesi (48’ Cesari), Vanni, Rinaldi

A disposizione: Becagli, Orsucci

All.: Filippo Ermini

 

Arbitro: Sig. Piro di Livorno

 

RETI: Davini al 22’, BARTALESI al 32’, Bacci al 41’, CESARI (r) all’83’

  

NOTE: Ammoniti Lamberti, Filidei, Paolieri


  STAFFOLI  -  MASSA VALPIANA   0-1

 

29/04/18 - E' uno Staffoli già in vacanza. Nonostante l'ennesima sconfitta di questo disgraziato girone di ritorno, riusciamo però a trovare quest'oggi due motivi di soddisfazione. Il primo è che l'ottavo  posto, a novanta minuti dal termine del campionato, è blindato: non che sia un risultato strepitoso, ma nemmeno disprezzabile. Il secondo è che Domenica prossima, comunque vada, quest'agonia sarà finalmente terminata. Fuori da tutti i giochi, ci  stiamo trascinando ormai da un paio di mesi più per dovere che per piacere. Continuiamo tristemente ad aggiornare la striscia negativa fatta di appena cinque punti nelle ultime nove partite: una vera e propria odissea.

La partita odierna è stata la classica partita di fine stagione con pochissimi spettatori sugli spalti, un caldo decisamente fuori stagione a fiaccare la gambe dei ventidue in campo e una squadra costretta per esigenze di classifica a fare punti nel disperato tentativo di evitare lo spettro degli imprevedibili play-out. Proprio le diverse motivazioni oggi hanno fatto la differenza. 

Incontro su ritmi molto amatoriali fin dalle prime battute con gli ospiti più votati alla fase offensiva. Al 20' viene annullato un gol a Khouribech per sospetta posizione di fuorigioco. Il suo colpo di testa su punizione scodellata dalla tre quarti in mezzo all'area non aveva lasciato scampo a Caprai. L'arbitro,  ben appostato, non ha avuto esitazioni nell'invalidare la rete. Dopo tre minuti è il baby Salvadori da buonissima posizione a tirare debolmente su Caprai in uscita. I due pericoli corsi scuotono lo Staffoli che  si fa vedere in area avversaria con Rinaldi: superato di slancio l'estremo difensore Menichini riesce a concludere da posizione defilata centrando la traversa. Nella prima frazione non succede più niente.

La ripresa inizia con il Massa Valpiana seriamente intenzionato a far propria l'intera posta in palio, anche dietro l'incitamento dei pochi  fedelissimi accorsi dalla frazione grossetana.

Dopo undici minuti è Perciavalle (uno dei migliori dei suoi) a sfruttare l'imbucata di Khouribech (positiva anche la sua prova) e una volta davanti a Caprai firma il gol vittoria con un tocco morbido alla sinistra del nostro estremo difensore. 

La reazione dello Staffoli è debole, ma ciò nonostante al 70' è Morelli ad avere sui piedi la palla del pari. Tutto solo davanti a Menichini prova un improbabile dribbling facendosi intercettare la palla e non riuscendo così a concludere. 

Il Massa Valpiana conduce in porto una preziosissima vittoria, ma ancora non sufficiente per dirsi salvo. Domenica i valpianesi attendono la lanciatissima Geotermica per uno scontro che incrocerà promozione e salvezza senza possibilità di appello. 

Lo Staffoli per l'ultima fatica stagionale è atteso nella tana della Capanne, squadra ormai destinata a disputare il play-out per garantirsi un'altra stagione in questa categoria.

 

Il G.S Staffoli si congratula col  Venturina Calcio che con novanta minuti di anticipo vince il campionato ed ottiene così il passaggio di categoria nel campionato di Promozione.

 

 

STAFFOLI – MASSA VALPIANA  0-1

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Rinaldi, Dudine, Filidei, Della Maggiore, Pagni, Paolieri, Cesari (46’ Morelli), Vanni, Bertini

A disposizione: Becagli, Orsucci, Perna, Di Vina, Bartalesi, Covato

All.: Filippo Ermini

 

MASSA VALPIANA: Menichini, Nercioni Duranti (46’ Daiu), Pellegrini, Castellani, Bongini, Khouribech (83’ Morales), Ceccarelli, Monterisi (63’ Domenici), Perciavalle, Salvadori

A disposizione: Domenichini, Salvadori

All.: Massimo Cavaglioni

 

ARBITRO: Sig. Pascali di Pistoia

 

Rete: Perciavalle al 56’

 


CERTALDO  -  STAFFOLI  2-0

 

22/04/18 - E' uno Staffoli in totale disarmo. Squadra molle, svogliata, priva di mordente e totalmente assente in fase offensiva. Cinque punti nelle ultime otto partite sono un biglietto da visita ai limiti dell'orrore. Il Certaldo invece ritrova la vittoria casalinga dopo oltre due mesi (l'ultima vittoria risaliva allo scorso 11 Febbraio contro i Colli Marittimi). Sebbene il risultato non lasci possibilità di replica sono però serviti ben due calci di rigore ai padroni di casa per aggiudicarsi la posta in palio. A scanso di equivoci diciamo subito che il risultato ci sta tutto e poteva sicuramente essere più rotondo se solo gli avanti viola fossero stati un po' più precisi sotto rete. Scorrendo la classifica troviamo i valdelsani al sesto posto e ancora matematicamente in corsa per aspirare ad un  posto al sole in ottica play-off, ma realisticamente le speranze di agganciare quel treno sono molto vicine allo zero. Tornando alla partita odierna non possiamo fare a meno di consegnare alle cronache uno Staffoli veramente ai limiti della decenza, apparentemente svogliato ma soprattutto totalmente innocuo in fase d'attacco. Contiamo solo un paio di conclusioni telefonate di Rinaldi nel primo tempo, dopodichè il buio assoluto. Il Certaldo ha fatto la partita per tutti i novanta minuti ma per passare ha avuto bisogno di due calci di rigore. Il primo al 38' della prima frazione per un ingenuissimo fallo di Orsucci (da poco subentrato al claudicante Bianchi) ai danni di Riccobono il quale si stava dirigendo verso la linea di fondo senza possibilità di concludere a rete. L'arbitro a due passi non ha avuto esitazione alcuna nell'indicare il dischetto. Trasformazione di giustezza di Corsi alla destra di Vannoli. Il secondo penalty è arrivato al 64' per fallo di Vannoli su Corsi: la palla è filtrata in area, Vannoli è uscito sui piedi della punta viola travolgendo un po' tutto. Dalla tribuna non ci sentiamo di scommettere se Vannoli abbia colpito prima palla o piede. L'arbitro sicuramente avrà visto meglio di noi. Veementi e fuori luogo le proteste del nostro estremo difensore con tanto  di spintone al direttore di gara. Espulsione inevitabile e probabile lunga squalifica in arrivo per il nostro portiere. Caprai fra i pali: esce Perna. Rigore impeccabile di Malquori e 2-0. Staffoli in dieci e partita che stancamente si trascina al termine. Valzer di sostituzioni da ambo le parti, ma il risultato non cambia e se cambiava, diciamolo francamente, cambiava solo in peggio chè noi dalle parti della porta certaldese non siamo proprio esistiti. 

Domenica è l'ultimo turno casalingo del campionato ed a Staffoli è atteso il Massa Valpiana, squadra che ultimamente si è complicata di molto la vita finendo in piena zona play-out. 

Con ogni probabilità chiuderemo il campionato all'ottavo posto, quello occupato adesso, ma vorremmo che almeno il saluto alla stagione e ai tifosi staffolesi fosse dignitoso e possibilmente con una vittoria assente ormai alle Cerbaie da quasi tre mesi.

 

 

CERTALDO – STAFFOLI 2-0

 

CERTALDO: Taverni, Mogavero, Bartali, Giani, Malquori, Bandini (73’ Aggravi), Ble, Corsi, Marcelli (73’ Bartalini), Riccobono (68’ Palmiero), D’Urso (68’ Irani)

A disposizione: Iacopini, Panti, Salva Birbante

All.: Alberto Ramerini

 

STAFFOLI: Vannoli, Di Vina, Perna (64’ Caprai), Bianchi (28’ Orsucci), Filidei, Della Maggiore, Pagni (59’ Morelli), Paolieri, Bertini (76’ Bartalesi), Vanni, Rinaldi

A disposizione: Dieng Moussa, Covato, Cesari

All.: Filippo Ermini 

 

ARBITRO: Sig. Cacelli di Livorno

 

RETI: Corsi su rigore al 38, Malquori su rigore al 64’    

 

NOTE: Ammoniti Riccobono, Bianchi, Rinaldi. Espulso rosso diretto Vannoli al 64’ 


 STAFFOLI  -  FABBRICA  1-1

 

15/04/18 -  E' uno Staffoli masochista, si può dire! Ennesimo gol subìto in pieno recupero e altri due punti gettati alle ortiche. Difficile individuare una causa precisa, ma sicuramente è un lato psicologico debole di questo gruppo. Oltre al lato psicologico però quest'oggi c'è da ricercare anche qualcosa di tecnico poichè,  al quarantanovesimo del secondo tempo, è filtrata in area una palla apparentemente innocua che con un minimo di attenzione poteva essere gestita senz'altro meglio: Corona si è ritrovato a tu per tu con Vannoli e con tante grazie ha messo dentro.

Primo tempo molto alla camomilla. Staffoli apparentemente molle e svogliato, Fabbrica più tonico e, per esigenze di classifica, costretto a fare la partita. Una ed una sola nota di cronaca sul taccuino, al 15' quando Corona si presenta defilato sulla destra davanti a Vannoli il quale chiude da par suo lo specchio costringendo il centravanti avversario a calciargli contro. Il pericolo sventato non scuote lo Staffoli tant'è che non contiamo neppure una conclusione a rete nei primi quarantacinque minuti.

Senz'altro più vivace ed animata la ripresa. Subito in apertura è Brogi dalla sinistra a calciare sull'esterno della rete. Al 49' finalmente si vede lo Staffoli con Capitan Bertini che in mischia di testa centra il palo alla sinistra di Guidi. Al  61' Staffoli in dieci per una fiscalissima seconda ammonizione comminata a Del Vita. Il canovaccio della gara però non ne risente, il Fabbrica non sembra approfittare dell'uomo in più. Partita che si trascina stancamente al termine a reti inviolate. Fiammata improvvisa dello Staffoli all'81' con Bertini che sempre di testa coglie il suo secondo palo personale: stavolta però la palla rimbalza in mezzo all'area dove Morelli (appena subentrato a Covato) con un tap-in vincente è il più lesto a mettere dentro.

Partita nervosissima nei convulsi minuti finali col Sig. Principato di Pisa incapace di gestire un incontro divenuto d'improvviso incandescente. Fioccano cartellini gialli un po' a caso e un rosso diretto per Vanni del Fabbrica reo di fallo di reazione.  Squadre di nuovo in parità numerica e Fabbrica che spara le ultime cartucce nel disperato tentativo di agguantare un pari sempre più insperato. Pure le panchine si infiammano, a farne le spese è Mister Ermini invitato dal direttore di gara ad abbandonare il campo. Al 49' quando tutti guardavano il cronometro aspettando il fischio finale arriva la frittata già descritta. 

Obiettivamente per quanto visto in campo il risultato è giusto, però è la quarta volta in questo campionato che subìamo gol negli ultimi respiri. Pragmaticamente ed egoisticamente sarebbero otto punti, quelli che ci mancano per fare la differenza da un buon campionato ad un campionato col punto esclamativo.

Domenica prossima insidiosa trasferta a Certaldo, altra squadra scivolata nelle ultime domeniche quasi fuori dai giochi play-off. 

 

 

 

STAFFOLI – FABBRICA  1-1

 

STAFFOLI: Vannoli, Del Vita, Perna, Paolieri, Filidei, Della Maggiore, Rinaldi, Pagni (50’ Dudine), Bertini (84’ Di Vina), Vanni, Covato (75’ Morelli)

A disposizione: Caprai, Orsucci, Bianchi, Bartalesi

All.: Ermini Filippo

 

FABBRICA: Guidi, Vanni, Brogi (Barsottini 72’), Mancini, Marchetti, Menciassi, Cionini, Bini Tiberio (85’ Bini Mattia), Corona, Ivone, Castellacci (50’ Mazzei)

A disposizione: Fulceri, Sandri, Bartaloni, Sanna

All.: Intoccia Antonio

 

ARBITRO: Sig. Principato di Pisa

 

Reti: MORELLI all’81’, Corona al 94’ 

 

Note: ammoniti Covato, Della Maggiore, Dudine, Vannoli, Mancini, Cionini. Espulso Del Vita al 61’ per somma di ammonizioni. Espulso rosso diretto Vanni (Fabbrica) all’86’. Espulso Ermini (allenatore Staffoli) al 90’  


ROSIGNANO SEI ROSE  -  STAFFOLI  0-4

 

08/04/18 - I nostri ragazzi passano agevolmente in trasferta con un rotondo 4-0 interrompendo

una striscia negativa perdurante da cinque turni dove avevano ottenuto appena un punto e

condannano matematicamente il Rosignano Sei Rose alla seconda retrocessione consecutiva: in assoluto si tratta della quarta retrocessione negli ultimi sei anni, una roba da seduta psicanalitica.

Nel 2012/13 i biancazzurri di Rosignano disputavano il campionato nazionale di serie D, il prossimo anno si iscriveranno al locale campionato di seconda categoria Toscana.

Per le statistiche una vittoria esterna dello Staffoli era attesa dal 17 dicembre scorso quando espugnammo Massa Valpiana. E’ stata una partita senza storia con lo Staffoli già in doppio vantaggio al 17’ del primo tempo e un Rosignano totalmente incapace di reagire.

Ci pensa Rinaldi al 13’, al primo gol stagionale, ad aprire le danze: preciso nell’angolo sinistro il suo piazzato da centro area su imbeccata di Covato. Quasi in fotocopia il raddoppio di Pagni (pure lui al primo gol stagionale) dopo appena quattro minuti. A questo punto il match è diventato poco più che un allenamento da ambo le parti. Staffoli in gestione e Rosignano incapace di pungere. A due minuti dall’intervallo è bomber Cesari a calare il tris: cross di Di Vina dalla destra, spettacolare rovesciata di Vanni in mezzo all’area, Gracci risponde come può e Cesari da due passi insacca. Purtrppo dopo due minuti lo stesso Cesari è costretto a lasciare il campo per una brutta distorsione alla caviglia sinistra. Un grosso in bocca al lupo al nostro ragazzo non nuovo ad infortuni del genere. Al suo posto entra Bertini.

Ripresa alla camomilla, complice anche una temperatura più che primaverile, inducente ad una certa sonnolenza. Al 63’ ci pensa Covato in acrobazia a risvegliare l’incontro sfiorando il poker: il suo tiro va a sbattere sul palo interno a Gracci battuto.

Poker che arriva dopo dieci minuti sempre con Covato, caparbio e cocciuto nel cercare il gol personale. Tiro cross di Bertini dalla sinistra con il numero 11 biancorosso in corsa sul lato opposto pronto a fulminare Gracci andando anche lui a timbrare per la prima volta in stagione. Quindi oggi ben tre “vernissage” per i nostri ragazzi sotto rete. Girandola di sostituzioni da ambo le parti e partita che stancamente si trascina al termine. 

Rosignano Sei Rose virtualmente retrocesso da tempo, ma che da oggi anche matematicamente deve mandare agli archivi l’ennesima discesa di categoria. Da parte nostra consolidiamo l’ottava posizione in classifica recriminando non poco per i punti persi negli ultimi due mesi visto che la zona play-off non è poi così lontana.

Domenica prossima altro impegno, almeno sulla carta, fattibile: arriva a Staffoli il Fabbrica anch'esso con un piede in Seconda Categoria. 

 

 

 

ROSIGNANO SEI ROSE - STAFFOLI 0-4

 

ROSIGNANO SEI ROSE: Gracci, Mannucci, Bracci, Cruciata (64’ Di Giovanna), Reggio (81’ Francalacci), Fratini, Pineschi (64’ Verrillo), Tei, Bartoletti, Dabjani (75’ Chiti), Faburh (46’ Lo Muscio)

A disposizione: Lisi, Mannari

All. Di Bin Rjkj

 

STAFFOLI: Vannoli, Del Vita, Bianchi (64’ Perna), Paolieri, Di Vina, Della Maggiore, Rinaldi (75’ Orsucci), Pagni (64’ Dudine), Cesari (45’ Bertini), Vanni (77’ Morelli), Covato

A disposizione: Caprai, Filidei

All.: Ermini Filippo

 

ARBITRO: Sig. Cecchi Simone di Lucca

 

Reti: RINALDI al 13’, PAGNI al 17’, CESARI al 43’, COVATO al 73’

  

NOTE: Ammoniti Dabjani, Di Giovanna, Del Vita


STAFFOLI  - FORNACETTE CASAROSA  2-2

 

 

28/03/18 - E’ Davide Paolieri all’ultimo respiro ad evitare la quinta capitolazione consecutiva smuovendo una classifica ferma da Domenica 11 Febbraio, giorno dell’ultimo successo ai danni della compagine amaranto del Montelupo: ben 45 giorni fa. 

E’ stata una partita soffertissima, va detto, una partita che ci vede uscire imbattuti solo grazie ad un paio di prodezze di Paride Vannoli al crepuscolo del primo tempo sull’incontenibile Simone Di Grazia il quale ha fatto il bello e il cattivo tempo per tutti i novanta minuti. Un vero e proprio incubo l’attaccante rossoblu per tutta la difesa staffolese: due gol, una traversa, tre volte solo davanti al nostro estremo difensore, in pratica fa tutto lui, nel bene e nel male.

Primo tempo dove in campo c’è solo la squadra ospite che interpreta l’incontro nel modo giusto con pressing alto senza lasciare spazio né ai difensori né ai centrocampisti biancorossi finendo per soffocare ogni tipo di approccio offensivo da parte nostra.

Il vantaggio rossoblu arriva al 17'. Maldestro rinvio di Della Maggiore rimpallato addosso ad un proprio compagno: Simone Di Grazia si ritrova la palla tra i piedi e da due passi trafigge l’incolpevole Vannoli. Reazione dello Staffoli inesistente. Per vedere un timido tentativo offensivo bisogna attendere il 33’ con un colpo di testa di Leornado Vanni terminato a lato. Passano appena tre minuti e lo scatenato numero 10 fornacettese concede il bis. Palla filtrante che buca la disattenta difesa biancorossa e Di Grazia di nuovo a tu per tu con Vannoli. Tocco morbido nell’angolino sinistro e il 2-0 è bell’è che servito.

Staffoli alle corde, Fornacette padrone del campo. Sul finire del tempo altre due clamorose palle gol per gli ospiti, manco a dirlo sempre sui piedi dello scatenato Di Grazia. Stavolta Vannoli si supera in entrambe le occasioni e tieni in piedi un pugile suonato. Il KO non arriva e il Fornacette alla fine pagherà.

Ripresa con Covato al posto di Bianchi, non c’è più niente da difendere, squadra a tre punte.

Il Fornacette pago del risultato arretra lasciando campo e gioco allo Staffoli, col solo Di Grazia a pungere. Al 69’ è Cesari (al decimo gol in campionato) a riaprire la contesa: preciso cross di Rinaldi dalla destra, inzuccata del bomber e rete che si gonfia. Lo Staffoli a questo punto ci crede, il Fornacette appare un po’ sulle gambe. Nel disperato tentativo di evitare l’ennesima sconfitta però sul finale di partita i biancorossi lasciano spazio a due micidiali contropiede di Di Grazia: sul primo è la traversa a spengere il suo tiro, sul secondo un alito di vento a spingere la palla a fil di palo con Vannoli ormai battuto. Ma stasera la ruota gira per noi. All’ultimo assalto un’insistita e caparbia azione di Covato dalla sinistra serve in area una palla che Paolieri da due passi deve solo spingere in rete. Il calcio dà, il calcio restituisce. Così come nel girone di andata si lamentavano almeno un paio di partite scippate all’ultimo minuto, stasera la fortuna si è ricordata di noi e qualcosa ci ha dato indietro.

Per dovere di cronaca segnaliamo un brutto infortunio ad inizio partita a Simone Mandorlini: in un contrasto di gioco il suo ginocchio sembra aver avuto la peggio. Un grosso in bocca al lupo al motorino del nostro centrocampo con l’augurio di vederlo quanto prima di nuovo a battagliare per i colori biancorossi.

Dopo Pasqua ci attendono due partite consecutive contro le ultime due della classe. La speranza di tutti è quella di chiudere il campionato con orgoglio e dignità ridando ossigeno ad una classifica che via via si è fatta sempre più anonima.

Cogliamo l’occasione per augurare ai giocatori, allo staff, ai tifosi e a tutto il paese una serena festività Pasquale.

 

 

STAFFOLI – FORNACETTE CASAROSA 2-2

 

STAFFOLI: Vannoli, Del Vita, Perna (52’ Di Vina), Mandorlini (16’ Dudine), Bianchi (46’ Covato), Della Maggiore, Rinaldi, Paolieri, Cesari, Vanni (63’ Pagni), Bertini

A disposizione: Caprai, Bartalesi, Morelli

All.: Ermini Filippo

 

FONACETTE CASAROSA Malasoma, Pantani, Di Cocco, Ferrucci Matteo (63’ Pardossi), Hemmy Andrea, Ferrucci Cristiano, Hepaj, Aiello, Hemmy Luca, Di Grazia, Parentini

A disposizione: Lazzerini, Ferrucci Alessio, Falciani, Ledesma, Tosi, Toni

All.: Malasoma Lido

 

Arbitro: Sig. Abbinante Vincenzo

 

Reti: Di Grazia al 17, Di Grazia al 36’, CESARI al 69’, PAOLIERI al 93’

  

NOTE: ammoniti Perna, Dudine, Cesari, Paolieri, Hemmy Luca, Ferrucci Matteo, Pantani, Hepaj 


CASOLESE  -  STAFFOLI   2-1

 

11/03/18 - Staffoli in caduta libera, l'emorragia non si arresta. Eppure oggi si era messa bene: dopo un quarto d'ora ci pensa bomber Cesari a ribadire in rete un tiro cross di Perna finito sul primo palo. Palla che ritorna in mezzo all'area dove il centravanti è il più lesto per il tap-in vincente. La partita oggettivamente sembra mettersi in discesa. La Casolese, in favore di vento nella prima frazione, non dà l'impressione di poter raddrizzare l'incontro. Al 22' sarebbe arrivato pure il raddoppio: Dudine esplode una bomba dal limite, Cevenini respinge come può sui piedi dell'accorrente Mandorlini che insacca. Tutto inutile, il Sig. Mariani valuta Mandorlini in fuorigioco. Lasciatecene quanto meno dubitare.

Il pari, inaspettato, arriva al 28'. Punizione dalla fascia destra con palla in area a mezza altezza, Cesari svirgola il rinvio finendo per fornire un assist al bacio per Gianni, il quale solo soletto in mezza all'area ringrazia e di piattone firma l'1-1. Ennesimo gol stagionale subìto su palla inattiva, e per oggi nemmeno finisce qui.

Ripresa con lo Staffoli in favore di vento e a fare la partita. Un vento fastidiosissimo che ha soffiato per tutti i novanta minuti dalla curva sud verso la curva nord. La tanto paventata pioggia invece si è fatta desiderare, al di là di qualche pioviggine isolato ad intermittenza poco da segnalare. La Casolese fatica ad avanzare e bada soprattutto a non prenderle lasciando ben inchiodata la difesa sulla propria trequarti e il centrocampo intento a non scoprirsi. Come al solito noi giochiamo ed attacchiamo ma in maniera abbastanza sterile, senza troppa convinzione e senza la necessaria cattiveria agonistica quando c'è da puntare a rete. L'occasione migliore forse se la procura Bertini (subentrato a Dudine nella ripresa): il suo tiro d'interno destro a girare sul palo opposto viene respinto a fatica da Cevenini sui piedi dell'accorrente Covato, il quale calcia ancora verso la porta casolese andando a scuotere la rete esterna e dando per un attimo l'illusione del gol.

La Casolese con ogni probabilità non sarebbe mai passata in vantaggio se non fosse che Cesari, appostato in mezzo all'area all'altezza del primo palo, su calcio d'angolo dalla sinistra, nel tentativo maldestro di liberare, non andasse ad incornare verso la propria porta facendo secco l'esterrefatto Vannoli. 

Casolese che riesce a ribaltare il risultato e Staffoli che prova con tutte le proprie forze ad evitare l'ennesima sconfitta. I senesi fanno muro, lo Staffoli non ha idee se non quella di buttare qualche palla in mezzo. Finisce 2-1.

Quarta sconfitta consecutiva consegnata agli archivi, due punti in cinque trasferte nel girone di ritorno, posizione in classifica che sta precipitando e un morale eternamente da ricostruire.

Domenica alle "Cerbaie" è atteso il Fornacette Casarosa, squadra che arranca nei  bassifondi e già battuta all'andata in casa  loro.

Attendiamo segnali di vita dai nostri ragazzi. 

 

 

CASOLESE - STAFFOLI 2-1

 

CASOLESE: Cevenini, Conforti, Mare Marco, Livi, Rebasti, Parigi, Bianchi (91’ Cellesi), Mare Federico, Gianni (82’ Pistolesi), Fusco (76’ Caciagli), Abate (84’ Taglialavore)

A disposizione: Andreola, Francini

All. Floridi Alesio

 

STAFFOLI: Vannoli, Bianchi, Perna (66’ Vanni), Dudine (66’ Bertini) Filidei, Della Maggiore, Di Vina (55’ Rinaldi), Mandorlini, Cesari, Paolieri, Covato (83’ Bartalesi)

A disposizione: Caprai, Orsucci, Morelli

All.: Ermini Filippo

 

ARBITRO: Sig. Mariani Stefano di Seregno

 

RETI: CESARI al 14’, Gianni al 28’, Autorete di Cesari al 76’

 

NOTE: Ammoniti Pistolesi, Bianchi (Staffoli)

 

RECUPERO 0’+3’ 


SANROMANESE VALDARNO  -  STAFFOLI   4-0

 

04/03/18 -  Lo Staffoli non c'è più. Sonora, palese e inconfutabile sconfitta sul terreno della Sanromanese Valdarno che lascia spazio a zero recriminazioni e rimpianti. La partita odierna ha avuto un suo perchè fino al secondo minuto della ripresa quando Capitan Bertini ha avuto sui piedi la palla del possibile 1-1, ma la sua conclusione con la porta  spalancata davanti a sè e terminata oltre  la traversa. Da quel momento i ragazzi di Mister Ermini sono usciti dal campo lasciando spazio e gloria ai gialloblu locali i quali hanno  maramaldeggiato in lungo e in largo infliggendo una severa lezione sulla quale sarà bene riflettere.

Escludendo la partita d'esordio contro i Colli Marittimi, forse oggi è andata in scena la peggior esibizione dei nostri ragazzi incapaci di reagire e mostrare anche solo un po' d'orgoglio e dignità. 

Orgoglio, dignità e fierezza sarà quello che chiederemo alla squadra nelle ultime sette partite stagionali perchè se è vero che l'obiettivo play-off a questo punto può dirsi definitivamente sfumato, altrettanto vero è che non bisogna lasciarsi andare vivendo gli ultimi due mesi in un grigiore generale aspettando solo il triplice fischio stagionale. Non ci sembra giusto e moralmente corretto mandare in malora una stagione che fino a tre settimane fa poterva dirsi positiva, ma allo stato attuale lascia solo intravedere neri nuvoloni all'orizzonte.

Tornando ai novanta minuti odierni. Primo tempo all'insegna dell'equilibrio con la Sanromanese  a dettare i tempi per i primi minuti e Staffoli fuori dal guscio solo da metà tempo. Al 13' è la traversa a salvare i biancorossi dalla capitolazione, il tiro di Botrini viene deviato da Vannoli quel tanto che basta per mandarlo a sbattere contro il legno. Pericolo scampato e Staffoli in area avversaria per la prima volta al 20' con tiro di Bertini bloccato a terra da Filippeschi. L'occasione più grossa per sbloccare il risultato càpita al 26' su cross Perna il quale mette in mezzo per l'accorrente Pagni anticipato di un inezia da Giani che libera in calcio d'angolo.

Quando il primo tempo sembra incanalato sullo 0-0, la Sanromanese passa. Calcio d'angolo dalla sinistra, palla a spiovere ben oltre il secondo palo con quel marpione di Di Candia pronto ad incornare indisturbato sul palo apposto. Vannoli impotente e Sanromanese in vantaggio.

Ad inizio ripresa l'occasione già descritta per rientrare in partita: poi il buio assoluto.

Al 53' arriva il raddoppio di Botrini con un bel tiro a girare di interno sinistro che va a spegnersi sul'angolo opposto alla destra di Vannoli. Passano appena sette minuti e Della Maggiore si fa soffiare palla sulla trequarti sempre dall'indemoniato Botrini che una volta arrivato a tu per tu col nostro estremo difensore si fa respingere una prima conclusione ma è il più lesto di tutti a riavventarsi nuovamente sulla palla e mettere dentro il gol del 3-0. La Sanromanese è paga, lo Staffoli non manda notizie, si va avanti d'inerzia. A tre minuti  dal termine c'è gloria pure per il neo-entrato Merlini con un gol molto simile alla seconda segnatura di Botrini. Finisce in festa per i gialloblu locali adesso potenzialmente al nostro pari avendo da recuperare una partita ed uno Staffoli che abbandona mestamente il "Piero Bagnoli"  ed ogni speranza di agganciare una zona play-off a questo punto moralmente irraggiungibile.

Domenica prossima trasferta sul terreno della pericolante Casolese. La partita di per sè non sarebbe impossibile, ma lo Staffoli visto oggi non lascia spazio a sogni di alcun genere. 

C'è solo da guardarsi in faccia, rimboccarsi le maniche, fare un bagno di umiltà e lavorare, perchè mancano ancora sette partite. Nessuno vuole vivere sette giornate come quella odierna.

 

 

SANROMANESE VALDARNO – STAFFOLI 4-0

 

SANROMANESE VALDARNO: Filippeschi, Farroni, Giani (75’ Scali), Garzelli (76’ Bianchi), Borghini, Bachi, Telleschi (73’ Regini), Falcioni, Di Candia, Maccari, Botrini (61’ Merlini)

A disposizione: Romano, D’Alessandro

All. Chetoni Fabio

 

STAFFOLI: Vannoli, Del Vita, Perna, Dudine (55’ Di Vina), Filidei (55’ Paolieri), Della Maggiore, Rinaldi (69’ Vanni), Pagni, Bertini (76’ Morelli), Mandorlini, Covato

A disposizione: Caprai, Bianchi, Bartalesi

All.: Ermini Filippo

 

Reti: Di Candia al 40', Botrini al 53', Botrini al 60', Merlini all'87'

 

ARBITRO: Sig. Lubrano di Piombino

 

NOTE: Ammoniti Botrini, Bianchi, Del Vita, Pagni, Covato 

 

RECUPERO 2’+4’


STAFFOLI   -  GEOTERMICA  1-2

 

25/02/18 - Il giocattolo si è rotto.  Dopo la brutta sconfitta di Domenica scorsa contro il Castiglioncello arriva pure il secondo rovescio interno della stagione. Stavolta è la Geotermica a fare bottino pieno alle Cerbaie. Una partita da sovrapporre, più o meno, a quella dell'ultimo turno con la differenza di non poco conto che stavolta dopo un quarto d'ora i gol da recuperare erano due e fin da subito abbiamo compreso l'entità dell'impresa titanica alla quale i nostri ragazzi sono stati chiamati. Non hanno lesinato impegno ed energie, hanno fatto la partita, hanno accorciato meritatamente le distanze, ma il triplice fischio li vede, per il secondo turno consecutivo, uscire con l'onore delle armi  ma con zero punti in saccoccia.

Pronti via e una punizione all'incrocio di Semboloni mette subito in discesa l'incontro per la Geotermica. Lo Staffoli accusa il colpo e solo una prodezza di Vannoli all'11' evita  il raddoppio di Moni, il quale a tu per tu col nostro estremo difensore si lascia ipnotizzare non trovando di meglio che sparagli addosso il pallone. Raddoppio però che non si fa attendere: al 16' è Malasoma su azione di calcio d'angolo ad incornare indisturbato  in mezzo all'area facendo scendere il gelo (non solo  fisico - la temperatura quest'oggi ha stazionato  intorno ai tre/quattro gradi accompagnata da un fastidioso vento di tramontana)  sui pochi spettatori presenti. 

Doppio vantaggio per gli ospiti dopo sedici minuti di gioco ed Everest da scalare per lo Staffoli. 

A questo punto la Geotermica arretra il proprio baricentro, abbandona a se stesso il solo Moni ad infastidire la difesa biancorossa e forte del doppio vantaggio lascia l'iniziativa allo Staffoli cominciando a difendere a pieno organico.

Lo Staffoli farà la partita fino al novantesimo ma il suo predominio è sterile, le punte non pungono ed il centrocampo molto spesso rimane ingolfato nella fitta ragnatela difensiva degli ospiti.

Per giunta Cesari al 26' è costretto ad abbandonare la contesa per infortunio, al suo posto Covato.

Nel primo tempo l'occasione più ghiotta per dimezzare lo svantaggio capita sui piedi di Bertini che defilato in area sulla destra calcia in maniera maldestra dando la possibiltà alla difesa della Geotermica di liberare.  Nella ripresa il canovaccio non cambia, Staffoli costantemente in avanti ma occasioni poche. Fortuita la traversa di Bertini direttamente da calcio d'angolo. Verso la mezz'ora lo Staffoli intensifica i suoi attacchi, prima è Paolieri a fiorare il punto, poi Perna di testa mette fuori da due passi. Il meritato gol arriva a dieci minuti dal termine: è Dudine di testa su azione di calcio d'angolo a trafiggere Hasani.

Lo Staffoli ci crede e carica a testa bassa, ma all'86' un mezzo  miracolo di Vannoli su Simoni evita la terza capitolazione.

Finale di partita molto convulso con gli ospiti intenti ad usare ogni  escamotage per perdere tempo e Staffoli che vede inesorabilmente correre il cronometro. Palle buttate in mezzo, mischie e confusione  ma il risultato non cambia. 

Seconda sconfitta consecutiva agli archivi e gruppo di testa che se ne va. I punti da recuperare, sull'ultimo posto utile in ottica play-off, adesso sono cinque. Ad otto giornate dal termine non sono pochi, ma nemmeno tantissimi. I margini di errore sono  pressochè nulli. Se ci crediamo dobbiamo invertire immediatamente la rotta e tornare a vincere. 

Ora ci attendono due trasferte consecutive: Sanromanese e Casolese. Difficili ma non impossibili.

C'è da ricostruire il morale e motivare un reparto offensivo che in questo girone di ritorno latita.

Solo ritrovando questi due elementi potremmo giustificare un finale di stagione altrimenti in tono minore.

 

 

STAFFOLI – GEOTERMICA 1-2

 

STAFFOLI: Vannoli, Del Vita (56’ Rinaldi), Perna, Dudine, Filidei, Della Maggiore, Pagni, Mandorlini, Cesari (26’ Covato), Paolieri, Bertini

A disposizione: Caprai, Di Vina, Bianchi, Bartalesi, Morelli

All.: Ermini Filippo

 

GEOTERMICA: Hasani, Barbafiera, Raglianti, Malasoma, Capanni, Skenderi, Landi, Semboloni (72’ Esposito), Moni (72’ Bozzi), Nuzzi, Straiano (85’ Simoni)

A disposizione: Pelagatti, Saccardi, Gherardi, Bozzi

All.: Cardinali Valter

 

ARBITRO: Sig. Artil-Macovila di Pisa

 

Reti: Semboloni al 3’, Malasoma al 16’, DUDINE all’80’

 

 

NOTE: ammoniti Dudine, Vannoli, Perna, Straiano, Semboloni

 


CASTIGLIONCELLO  -  STAFFOLI  2-1

 

18/02/18 - L'unica nota positiva dopo questa trasferta è che almeno per quest'anno non dovremo più affrontare il Castiglioncello. Due partite, zero punti, un gol fatto e quattro subìti, questa la sentenza del campo dopo 180 minuti di gioco contro i livornesi.

Così come nella partita di andata sono proprio i castiglioncellesi a tarpare le ali ai sogni di gloria dei nostri ragazzi interrompendo una striscia positiva fatta di tredici partite senza sconfitte, infatti bisogna risalire al 29 ottobre contro la Geotermica (nostro prossimo avversario) per ritrovare l'ultimo passo falso stagionale. Ci ritroviamo scaraventati di sotto al letto senza troppi complimenti e fuori per l'ennesima volta dalla zona play-off dove tutte le nostre avversarie escono trionfanti da questo turno di campionato. 

Su un terreno di gioco più simile ad un galoppatoio che non ad un campo di calcio, Castiglioncello e Staffoli si danno battaglia senza esclusione di colpi per tutta la partita senza lesinare energie e lasciando in bilico il risultato fino al triplice fischio finale. 

Per sgombrare il campo da eventuali equivoci o malumori, diciamo subito che i nostri ragazzi per l'impegno profuso e per l'abnegazione messa nella contesa avrebbero meritato di uscire dal campo con un risultato positivo, ma nel gioco del calcio conta buttarla dentro e i terminali offensivi biancorossi quest'oggi avevano le polveri bagnate e a nulla sono servite le mille palle gettate (a volte un po' alla rinfusa) in area biancazzurra alla ricerca di un tocco, anche fortuito, per spingere la palla in fondo al sacco.

La prima palla buona del match càpita sui piedi di Cesari al 12' che imbeccato da Perna in mezzo all'area gira malamente sopra la traversa. Appena il tempo di recriminare per l'occasione mancata che arriva il vantaggio dei locali. Cross dalla sinistra a spiovere in area, difesa biancorossa distratta e Spinapolice sotto misura con un tocco di giustezza fredda Vannoli in disperata uscita.

Il Castiglioncello praticamente costruisce su questo vantaggio tutta la propria partita. Lo Staffoli da qui in avanti inizia a macinare gioco, con Paolieri, Mandorlini e Vanni (quest'ultimo subentrato ad un claudicante Perna) a dettar gioco in mezzo al campo, ma sia Cesari sia Covato quest'oggi non sono apparsi nella loro migliore giornata.

Ad inizio ripresa fuori, abbastanza inspiegabimente, un positivo Simone Mandorlini e dentro Francesco Bertini per un attacco a tre punte. Mossa molto azzardata e sicuramente prematura considerando lo sviluppo dell'incontro. 

Lo Staffoli continua a fare la partita, il Castiglioncello si difende con ordine arretrando il proprio baricentro,ma andando raramente in affanno e non disdegnando di ripartite in contropiede quando se ne presenta l'occasione.

La palla gol più nitida per raggiungere il pari si presenta al 32' della ripresa sulla testa di Leonardo Vanni che in mischia riesce ad indirizzare a rete chiamando l'estremo difensore biancazzurro ad un prodigioso colpo di reni per sventare la minaccia. 

Dopo due minuti su una delle poche ripartenze del Castiglioncello arriva il gol del raddoppio: cross dalla destra dell'indemoniato Del Soldato e colpo di testa sul palo opposto di Rinaldi che fissa il punteggio sul 2-0. Rabbiosa reazione dello Staffoli che accorcia immediatamente le distanze con un colpo di testa di Leonardo Vanni (sì ancora lui) lesto a ribadire in rete la palla respinta dalla traversa su incornata di Cesari.

Finale di partita all'arma bianca dei nostri ragazzi con tutte le punte gettate nella mischia, ma la generosità non basta:  non accade più niente.

Domenica prossima alle Cerbaie è attesa la capolista Geotermica. L'occasione è ghiotta per rientrare nella mischia ed accorciare la classifica, a patto che il reparto offensivo ritrovi la via del gol che in questo girone di ritorno sembra smarrita.

 

 

CASTIGLIONCELLO - STAFFOLI 2-1

 

CASTIGLIONCELLO: Barbetta, Del Soldato, Menichetti, Nencini, Galletti, Simoncini, Gigoni, Francalacci, Spinapolice (75’ Grandi), Sarais (66’ Panicacci), Rinaldi

A disposizione: Gavarini, Di Lazzaro, Moneta, Cogoni, Fiorentani

All. Citi Gabriele

 

STAFFOLI: Vannoli, Del Vita (84’ Morelli), Perna (28’ Vanni), Mandorlini (50’ Bertini), Filidei, Della Maggiore, Rinaldi, Pagni (88’ Bartalesi), Cesari, Paolieri, Covato

A disposizione: Caprai, Orsucci, Bianchi

All.: Ermini Filippo

 

ARBITRO: Sig. Tommaso Bassetti di Lucca

 

RETI: Spinapolice al 14’, Rinaldi al 79’, VANNI all’82’

 

NOTE: Ammoniti Della Maggiore, Rinaldi, Bertini


STAFFOLI  -  MONTELUPO  1-0 

 

 

11/02/18 - Vittoria sofferta e tredicesimo risultato utile consecutivo agli archivi per  quello che rappresenta il record per la nostra Società nei campionati di Prima Categoria.

Siamo quarti a pari merito con i Colli Marittimi e di nuovo dentro la zona play-off in un girone dove davanti si viaggia su ritmi piuttosto elevati.

Domenica prossima impegno molto difficile sul terreno di Rosignano Solvay contro il Castiglioncello (scavalcato oggi) che ci tallona ad appena un punto.

 

 

STAFFOLI – MONTELUPO  1-0

 

STAFFOLI: Vannoli, Del Vita, Perna, Dudine, Bianchi, Filidei, Rinaldi, Pagni, Cesari, Paolieri (59' Mandorlini), Bertini (83' Covato)

A disposizione: Caprai, Orsucci, Bozzolini, Morelli, Bartalesi

All.: Ermini Filippo

 

MONTELUPO: Parrini, Marrazzo, Della Scala, Giacomelli (57' Lazzari), Tafi, Greco, Viti (57' Rosato), Gianelli (84' Echegdali), Battaglia (62' Bozzi), Mucciacito, Ciccarelli

A disposizione: Sabatini, Vezzosi, Bai

All.: Palumbo Luigi

 

ARBITRO: Sig. Marotta di Prato

 

Rete: CESARI al 5’ (r)  


 

VENTURINA  -  STAFFOLI  0-0

 

04/02/2018 - Lo Staffoli porta a dodici i risultati utili consecutivi ed allunga la serie positiva iniziata il lontano 5 novembre. Quest'oggi spaventa seriamente la capolista Venturina e torna a casa con un pareggio che, in fin dei conti, gli va un po' stretto. 

Mister Ermini manda in campo la miglior formazione possibile con la novità di Federico Pagni nell'insolito ruolo di esterno destro nel centrocampo a cinque riportando Vanni in una posizione a lui più consona in mezzo al campo.

Primo tempo molto equilibrato con una sola vera occasione da rete capitata sulla testa di Leonardo Vanni al 35' del primo tempo: dopo un fraseggio Paolieri-Bertini sulla fascia destra, è quest'ultimo a scodellare la palla per l'accorrente Vanni che libero in mezzo all'area angola troppo la conclusione facendo terminare la sfera alla destra della porta difesa da un immobile Brunacci.

Lo Staffoli ci crede ed inizia il secondo tempo col piglio giusto mettendo più volte in difficoltà i biancocelesti locali che faticano non poco per ripartire. Messi nella condizione di non nuocere i due bomber Martini e Lunghi (quest'ultimo addirittura sostituito), i biancorossi hanno comandato il gioco per buona parte della ripresa e solo l'imprecisione e la precipitazione negli ultimi venti metri hanno fatto sì che il Venturina non finisse sotto per la prima volta in stagione fra le mura amiche. 

Finale di gara però con lo Staffoli sulle gambe, lo sforzo prodotto non ha dato i frutti sperati e il Venturina negli ultimi 10/15 minuti uscendo con maggiore autorità si è presentato più volte dalla parti di Vannoli il quale, è bene sottolinearlo, è chiamato alla prima parata all'80' su girata dal limite di Martini. A tre minuti dal termine è proprio Vannoli a regalare un emozione fuori programma al pubblico presente facendosi sfuggire la palla abbrancata in presa a non più di tre/quattro metri dalla porta, ma con riflessi felini riesce a rimpossessarne prima di provocare un danno irreparabile.

Con le cinque sostituzioni a disposizione sarebbe, forse, tornato utile spezzare il gioco dando nuovo fiato e nuova corsa al centrocampo staffolese ormai in apnea. Si fosse concretizzata la sconfitta nei minuti finali non ci sentiremmo in difetto nel parlare di una vera e propria beffa. 

Rimane un po' di rammarico perchè ce la siamo giocata a viso aperto e in definitiva qualcosina di più abbiamo fatto, ma ci sentiamo comunque di sottoscrivere un buon punto su un campo dove finora solo la Butese ne era uscita indenne.

La classifica non cambia, rimaniamo sesti ai margini della zona play-off in un girone deve nelle parti alte si viaggia a velocità sostenuta. E' l'unico girone della Prima Categoria Toscana dove con 33 punti non si è in zona play-off.

Domenica prossima  impegno casalingo contro il Montelupo, squadra in salute e senz'altro molto insidiosa, tant'è che ci segue in classifica ad appena un punto di distanza.

 

  

VENTURINA - STAFFOLI 0-0

 

VENTURINA: Brunacci, Redi, Fiorini, Gherardini, Busdraghi, Balestracci (74’ Felici), Giambruni (65’ Garzella), Becherini, Martini, Lunghi (59’ Petri), Bastieri (46’ Maglione)

A disposizione: Quintavalle, Ferrari, Santoni

 

All. Venturi Riccardo

 

STAFFOLI: Vannoli, Del Vita, Perna, Mandorlini Filidei, Della Maggiore, Pagni (66’ Rinaldi), Paolieri, Cesari, Vanni, Bertini (73’ Covato)

A disposizione: Caprai, Orsucci, Dudine, Morelli, Bartalesi

All.: Ermini Filippo

 

ARBITRO: Sig. Luca Rosini di Livorno 

 

NOTE: Ammoniti Redi, Gherardini, Petri, Della Maggiore, Mandorlini, Bertini, Covato, Vannoli 


STAFFOLI  -  LAJATICO  1-0

 

28-01-18 - Dopo due pareggi lo Staffoli torna al successo ai danni di un combattivo e mai domo Lajatico che non perdeva in trasferta dallo scorso 22 Ottobre. Si tratta dell'undicesimo risultato utile consecutivo per i biancorossi, segno di una ferma convinzione nelle proprie possibilità nonchè di una invidiabile condizione fisica dimostrata sul campo e leggibile in una posizione di classifica all'insegna di un prosieguo di campionato indissolubilmente legato a ritagliarsi un posto in ottica play-off. 

Non è stata però una bella partita con un primo tempo molto molle da parte nostra frutto di uno schieramento sfilacciato senza le giuste distanze fra i reparti con le due punte Bertini e Covato abbandonate a loro stesse senza uno straccio di palla giocabile: pure il centrocampo quest'oggi non riusciva a garantire una copertura adeguata nè tantomeno a proporsi efficacemente in zona d'attacco. L'impressione generale era che si corresse poco e quel poco a vuoto. Il Lajatico molto più presente e ben messo in campo ha presidiato il rettangolo di gioco con sapiente maestria senza tuttavia creare grossi pericoli alla porta difesa dal sempre bravo Caprai.

Nell'intervallo serpeggiavano un po' di malumori generali e ci si chiedeva come e cosa si potesse cambiare per cercare di portare a casa la partita.

Stavolta Mister Ermini  ci ha visto giusto ad inizio ripresa: fuori l'evanescente Pagni, al suo posto il più atletico Mandorlini e fuori un quest'oggi pasticcione Dudine - costretto molte volte ad impostare non essendo il suo piatto forte - e dentro il bomber Cesari per un attacco a tre punte.

E la partita dello Staffoli ha svoltato. Cesari oggi non si è mai tirato indietro spizzando una grande quantità di palle aeree. Prima ha liberato Covato al tiro, ma la sua conclusione sottomisura è risultata debole, successivamente ha liberato Bertini che da non più di 7/8 metri ha calciato di prima intenzione a botta sicura non trovando la porta quando tutti avevano già visto la palla in rete.

All'85' ha deciso che poteva provarci da solo e ha fatto centro: millimetrico il cross dalla sinistra di Bertini, perentoria e precisa l'incornata in anticipo di Cesari che fa secco Balestri senza possibilità di replica. Da segnalare un minuto prima del gol-partita una conclusione da distanza ravvicinata di Benucci con miracoloso salvataggio di Della Maggiore a Caprai battuto. Banale a dirsi, ma nel calcio molto spesso le regole non scritte sono quelle più veritiere: gol sbagliato, gol subìto.

Finale di partita nervosissimo con espulsione diretta di Nerici per gomitata ai danni di Perna e Lajatico costretto a cercare il tutto per tutto in inferiorità numerica. 

Ma lo Staffoli fa quadrato e veicola in porto il prezioso vantaggio. 

Davanti viaggiano come locomotive e vincono quasi tutte per cui restiamo ancora ai margini della zona play-off con una classifica però piuttosto corta, almeno nella parte alta, ad eccezione del  Venturina che sta scappando.

E domenica andremo a trovare proprio la capolista. Non c'è bisogno di motivare nessuno, l'impegno di per sè dice già tutto. Per noi è l'esame di maturità.

 

 

STAFFOLI – LAJATICO 1-0

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Perna, Dudine (54’ Mandorlini), Della Maggiore, Vanni, Rinaldi, Paolieri, Bertini (89’ Filidei), Pagni (54’ Cesari), Covato

A disposizione: Vannoli, Orsucci, Morelli, Bartalesi

All.: Ermini Filippo

 

LAJATICO: Balestri, Baldacci, Guidi (61’ Milani), Squarcini (60’ Banelli), Bellini, Natali, Marianelli, Brondi (82’ Lo Presti), Gennari (46’ Lici), Benucci, Guidi (78’ Nerici)

A disposizione: Minichiello, Benedetti

All.: Notarfonso Marco

 

ARBITRO: Sig. Tommaso Loreto di Empoli

 

Rete: CESARI all’85’ 

 

NOTE: Ammoniti Vanni, Baldacci, Benucci. Espulso Nerici all’87’ 


BUTESE  -  STAFFOLI  1-1

 

20-01-18 - Si allunga la serie positiva dello Staffoli, adesso sono dieci le partite utili consecutive, ma quest'oggi il sogno di tornare alla vittoria s'infrange contro la coriacea difesa dei padroni di casa della Butese.

Si era messa male, perchè dopo ventidue minuti un contropiede dei biancorossi locali liberava in area Berti pronto dalla sinistra a rimettere in mezzo dove Mencari (il migliore dei suoi) liberissimo all'altezza del dischetto del rigore aveva il tempo di battere a rete di prima intenzione facendo secco Caprai sul primo palo. 

La reazione dello Staffoli è stata piuttosto sterile: se è vero che ha presidiato per buona parte dell'incontro la metà campo avversaria, è altrettanto vero che clamorose occasioni da rete non ci sono state. A fronte di un Bertini molto generoso ma poco servito ha fatto da contraltare il suo collega di reparto, Cesari, quest'oggi davvero svagatissimo e ai limiti dell'indisponente. Per rimetterla in piedi serviva un gol della Domenica arrivato ad inizio ripresa con un missile terra-aria esploso dal limite da Simone Mandorlini che prima di finire in fondo al sacco ha baciato la parte interna della traversa. 

A questo punto i ragazzi di Mister Ermini, con quasi tutto il secondo tempo da giocare, hanno giustamente creduto di poter portare a casa l'intera posta in palio. Ci hanno provato fino al novantacinquesimo, ma la Butese ha fatto quadrato arroccandosi attorno al proprio estremo difensore ed erigendo una diga quasi insuperabile per i  nostri ragazzi costretti a girare intorno per cercare spazi giocabili. Sarebbe servita un'altra giocata estemporanea che purtroppo non è arrivata. 

Anzi al 73' sono stati i padroni di casa a sfiorare il gol del 2-1. Un tiro dal limite di Fontanelli  deviato da Della Maggiore è andato fortunatamente a lambire il palo alla destra di un Caprai immobile ed ormai superato.

Tardivo l'inserimento di Covato per potenziare l'attacco e non si capisce bene per quale motivo il sacrificato sia stato Capitan Bertini, ma l'impressione generale era che oggi ben difficilmente sarebbe arrivato il gol su azione manovrata: la Butese per tutto il secondo tempo ha difeso a pieno organico non riuscendo quasi mai a ripartire ma al contempo lasciando davvero poco ai nostri terminali offensivi. Per la Butese un punto in ottica salvezza può anche essere accettato di buon grado, per lo Staffoli impegnato a ritagliarsi uno spazio in zona play-off, un po' meno. Muoviamo però la classifica e ci teniamo aggrappatti nelle parti alte.

Domenica prossima a Staffoli è atteso il Lajatico, formazione neopromossa che sta ben figurando in Prima Categoria. L'andata ci vide soccombere per 3-2 al termine di una partita piuttosto rocambolesca. L'augurio è quello di tornare al successo vendicando una sconfitta che ancora brucia.

 

 

BUTESE - STAFFOLI 1-1

 

BUTESE: Tozzi, Benvenuti, Buti (60’ Nocchi), Daniele (79’ Pagni), Laniyou, Mencari, Fontanelli, Berti (68’ Botrini), Ghimenti, El Ghlid Y., Bottoni

A disposizione: El Ghlid M., Guelfi, Ghelardini, Bracci

All. Doveri Antonio

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Perna, Mandorlini (70’ Vanni), Filidei, Della Maggiore, Rinaldi, Pagni, Cesari, Paolieri, Bertini (78’ Covato)

A disposizione: Vannoli, Orsucci, Di Vina, Morelli, Bartalesi

All.: Ermini Filippo

 

ARBITRO: Sig. Alaimo di Pisa

 

Reti: Mencari al 22’, MANDORLINI al 48’ 

 

NOTE: Ammoniti Bottoni, Ghimenti, El Ghlid, Laniyou, Tozzi, Nocchi, Pagni, Fontanelli, Del Vita, Mandorlini, Pagni


STAFFOLI  -  COLLI MARITTIMI  0-0

 

14/01/18 – Si interrompe  a sei la striscia di vittorie consecutive dello Staffoli, ma continua la serie positiva allungata a nove turni utili che hanno fruttato la bellezza di ventuno punti.

E' stata una partita molto combattuta fra due compagini degne di stazionare nelle parti nobili dall'attuale classifica. Alla fine della contesa entrambe hanno motivo di soddisfazione ma al contempo possono mettere sul piatto della bilancia altrettanti motivi per recriminare. 

La soddisfazione da parte nostra  sta nel fatto di essersi confrontati alla pari contro una delle compagini favorite per la vittoria finale e aver dimostrato che l'1-5 incassato nella partita d'andata fu figlio di una partenza ad handicap sulla quale è bene sorvolare, la recriminazione sta essenzialmente in due episodi: il primo alla mezz'ora del primo tempo per un gol annullato su fuorigioco di Perna molto ingenuo e distratto nell'occasione, ma ingolosito nel voler dare l'ultimo tocco ad una palla già destinata in fondo al sacco su conclusione di Cesari; il secondo per un'occasione clamorosa capitata a Francesco Bertini al 16' della ripresa quando lanciato in contropiede si è presentato a tu per tu contro l'estremo difensore colligiano centrandolo in pieno.

Da parte ospite c'è la soddisfazione di uscire imbattuti da un campo non facile interrompendo la striscia di vittorie consecutive dei ragazzi di Mister Ermini, ma la recriminazione di una traversa interna colpita direttamente su calcio piazzato al 25' del primo tempo con palla che fortunatamente rimbalza al di qua della linea bianca. In verità pure lo Staffoli nella ripresa ha colpito la parte superiore della traversa su colpo di testa di Filidei

Riepilogando: un tempo per parte, il primo allo Staffoli il secondo agli ospiti, una traversa per parte e tre ammoniti per parte fanno capire l'equilibrio e l'incertezza che fino al novantesimo hanno aleggiato quest'oggi alle Cerbaie. Ai punti forse avremmo vinto noi, il gol ingenuamente fatto annullare dall'ultimo tocco di Mattia Perna e la clamorosa occasione di Bertini gridano vendetta, ma il secondo tempo dei Colli Marittimi ha mostrato il passo della squadra di rango mettendo più volte in apprensione, pur tuttavia senza creare enormi occasioni, la retroguardia biancorossa anche oggi magistralmente guidata da Della Maggiore

Per le statistiche si tratta del primo risultato della stagione a reti bianche per lo Staffoli: rimaniano in zona play-off in un girone dove nelle parti alte si viaggia a velocità piuttosto sostenuta e se la condizione fisica e mentale ci accompagneranno per il resto della stagione, c'è davvero da credere di giocarsela contro tutti fino all'ultima domenica.

Il prossimo turno ci vede impegnati sul campo della pericolante Butese a Cascine di Buti.

La partita di andata finì 1-1 con gol beffa subìto al 93'.

 

RICORDO CHE ANTICIPIAMO A SABATO 20 GENNAIO ORE 15.

 

 

STAFFOLI – COLLI MARITTIMI 0-0

 

STAFFOLI: Vannoli, Del Vita, Perna, Dudine, Filidei, Della Maggiore, Rinaldi, Paolieri, Cesari, Vanni (74’ Pagni), Bertini (76’ Covato)

A disposizione: Caprai, Bianchi, Di Vina, Mandorlini, Morelli

All.: Ermini Filippo

 

COLLI MARITTIMI: Stefanini, Mencari, Remelli, Pashja, Borriello, Felloni, Madi, Brondi, Tempini, Signorini, Cenerini (67’ La Molle)

A disposizione: Berrugi, Timperi, Scarpa, Lotti, Barbafiera, Favilli  

All.: Ciricosta Franco

 

ARBITRO: Sig. Leonardo Buchignani di Livorno

 

NOTE: Ammoniti Dudine, Perna, Cesari, Remelli, Brondi, La Molle 

 

 

 


STAFFOLI  -  CAPANNE   4-0

 

07/01/18 - Lo Staffoli riprende da dove era rimasto. Perentorio e convincente 4-0 ai danni dei malcapitati rossoverdi delle Capanne e sesta vittoria consecutiva in archivio, scrivendo così un piccolo record negli annali della Società, infatti mai nella storia di questa categoria avevamo inanellato un  tale filotto di vittorie. 

Partita che ha avuto storia fino al 22' del primo tempo quando Capitan Bertini (davvero incontenibile quest'oggi) su preciso cross del neoarrivato Paolieri ha insaccato di testa sottomisura alla spalle dell'incolpevole Mazziotta. Settimo sigillo in campionato e quarto gol consecutivo per lui, segno di una ritrovata  verve fisica e agonistica. 

Reazione delle Capanne praticamente inesistente e al 36' è di nuovo Bertini a sfiorare il raddoppio con un fendente dal limite che esce a fil di palo. Raddoppio che arriva  un minuto dopo su incursione dell'intraprendente Rinaldi sulla fascia destra con Perna, al quarto gol stagionale, lesto a ribadibire in rete da due passi.

Staffoli che a questo punto gestisce sagacemente la partita tenendo a bada il flebile ritorno dei rossoverdi, ma non disdegnando di ripartire in contropiede quando se ne presenta l'occasione.

L'occasione per la giusta ripartenza arriva al 58' con Cesari, che lanciato in campo aperto si presenta a tu per tu con Mazziotta beffandolo con un preciso tocco a girare di interno destro. Partita morta e sepolta.

Sul fronte avversario poco o niente da segnalare cosicchè per l'esordiente Vannoli, oggi fra i pali al posto di Caprai, si è trattato di un pomeriggio di ordinaria amministrazione. 

Con le Capanne ormai alle corde arriva anche il poker nel neoacquisto Paolieri pronto sotto porta al tap-in vincente dopo una conclusione dell'onnipresente Perna. 

Ormai nella retroguardia rossoverde si aprono voragini con spazi enormi a disposizione, ma non accade più niente se non un eccessivo ed inspiegabile nervosismo degli ospiti rei di ripetuti ed inutili falli ai danni dei nostri calciatori: in particolare da segnalare due brutte entrate su Perna costretto a lasciare il campo claudicante. 

Nel finale di partita Mister Ermini dà spazio alla panchina effettuando tutte le cinque sostituzioni a sua disposizione a facendo così prendere una meritata dose di applausi ai sostituiti.

Domenica prossima altro turno casalingo contro il lanciatissimo Colli Marittimi, secondo in classifica e quattro punti sopra di noi, ma la squadra  vista nelle ultime domeniche non deve davvero temere le vertigini dell'alta quota e siamo sicuri che i nostri ragazzi saranno lì a dimostrarlo. E poi c'è da cancellare il brutto ricordo dell'1-5 incassato nella prima partita di  campionato. Andiamo ragazzi!

 

 

 STAFFOLI – CAPANNE  4-0

 

STAFFOLI: Vannoli, Del Vita, Perna (78’ Morelli), Mandorlini, Filidei (82’ Orsucci), Della Maggiore (72’ Bianchi), Rinaldi, Poalieri, Cesari, Vanni (72’ Di Vina), Bertini (82’ Bartalesi)

A disposizione: Caprai, Pagni

All.: Ermini Filippo

 

CAPANNE: Mazziotta, Caponi (62’ Barneschi), Lamberti, Bacci, Bracci Mirko (46’ Pintagro), Rossi, Bracci Lorenzo, Giani, Muzzillo (75’ Vivaldi), Pennacchia, Mori (85’ Barbieri)

A disposizione: Cordua, Ferraro, Tinghi

All.: Valori Stefano

 

ARBITRO: Sig. Sorvillo di Piombino

 

RETI: BERTINI al 22’, PERNA al 37’, CESARI al 58’, PAOLIERI al 70’ 

 

NOTE: Ammoniti Rossi, Lamberti, Mazziotta, Muzzillo, Caponi, Pintagro

 


MASSA VALPIANA  -  STAFFOLI   2-4 

 

17/12/17 – E lo Staffoli suonò la quinta. Quinta vittoria consecutiva, quinta posizione in classifica e irruzione a gamba tesa in zona play-off. 

Non inganni però il risultato perchè il successo odierno è stato più sofferto e complicato di quanto si possa immaginare. Squadra viva che ultimamente trova la via della rete con una certa frequenza (sette reti nelle ultime due partite, nove nelle ultime tre), ma al contempo concede forse un po' troppo in fase difensiva e soprattutto non riesce a chiudere definitivamente le partite quando ce ne sarebbero tutte le opportunità, tenendo così in vita gli avversari fino all'ultimo minuto.

Pronti via e Perna in mischia trova il vantaggio ribadendo in rete una conclusione di Bertini finita sul palo. Appena il tempo di annotare e legittimare il vantaggio che Bertini,  su lungo rilancio difensivo (non esente da colpe la difesa locale), si presenta a tu per con Menichini scavalcandolo con un tiro a spiovere che s'infila a mezza altezza.

E' passato appena un quarto d'ora e Staffoli già in doppio vantaggio. Massa Valpiana sotto shock e reazione che tarda ad arrivare. Al 35' però un ingenuo fallo di Perna in area induce il direttore di gara a concedere il penalty agli arancioni locali. Monterisi s'incarica della battuta, ma il tiro è debole e centrale dando la possibilità a Caprai di respingere di piede. Pericolo scampato!

Il Massa Valpiana però non si scoraggia e proprio in chiusura di prima frazione è il palo a salvare lo Staffoli su colpo di testa da due passi a botta sicura di Monterisi.

In apertura di ripresa i locali dimezzano lo svantaggio: direttamente su azione di calcio d'angolo è il numero 11 Leoni a  svettare di testa beffando Caprai in spericolata uscita. 

La speranza per i locali dura però lo spazio di 5 minuti perchè l'onnipresente Perna ristabilisce le distanze con una rasoiata da fuori area che va a spegnersi nell'angolino opposto a quello di tiro.

Partita che a questo punto s'incattivisce: fioccano falli e cartellini gialli nonchè un sacrosanto rosso diretto per Daiu colpevole di un entrata killer su Rinaldi costretto a lasciare il campo.

Il Valpiana in dieci e sotto di due gol non avendo più niente da perdere inizia a giocare con inusitato ardore agonistico mettendo lo Staffoli in difficoltà più di quanto non abbia fatto in undici. 

A quattro minuti dal termine, in mischia, è Castellani a riaprire la partita. Staffoli col fiato corto che manca, un po' per imprecisione un po' per eccessiva frenesia,  molte ripartenze, ma in pieno recupero è Bartalesi (al primo gol in assoluto in prima squadra) a scrivere l'epitaffio di questa convulsa partita portando finalmente a termine un contropiede in campo aperto.

Classifica che ci vede per la prima volta in stagione in zona play-off e squadra che finalmente sta iniziando a dimostrare il proprio valore. La strada intrapresa sembra essere quella giusta, agli addetti ai lavori mantenere alta la concentrazione e la convinzione nelle proprie possibilità.

Con questo importante successo si chiude l'anno solare, il campionato adesso si ferma per le festività natalizie e riprenderà Domenica 7 Gennaio 2018 con l'impegno interno contro le Capanne.

 

Da parte nostra un sincero augurio di buone festività ai nostri ragazzi, al Mister, a  tutto l'entourage biancorosso e a tutti i tifosi biancorossi, sempre al grido di Forza Staffoli.

 

 

MASSA VALPIANA – STAFFOLI 2-4

 

MASSA VALPIANA: Menichini, Mattafirri (57’ Morales), Duranti Pellegrini (85’ Ceccarelli), Castellani, Lancioni, Khoribech, Daiu, Monterisi, Bongini, Leoni

A disposizione: Domenichini, Nergioni, Poli, Tognazzi

All.:  

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Perna, Dudine, Filidei, Della Maggiore, Rinaldi (68’ Di Vina), Pagni, Bertini (73’ Mandorlini), Vanni (78’ Paolieri), Covato (82’ Bartalesi)

A disposizione: Vannoli, Orsucci, Bianchi  

All.: Ermini Filippo

 

RETI:  PERNA al 6', BERTINI al 15', Leoni al 49', PERNA al 54', Castellani all'86', BARTALESI al 92' 

 

NOTE: Ammoniti Pellegrini, Bongini, Duranti, Lancioni, Ceccarelli, Dudine, Perna, Covato, Paolieri. Espulso per rosso diretto Daiu al 68’

 

 


STAFFOLI  -  CERTALDO   3-1

 

10/12/17 – Lo Staffoli mette la quarta e vede i play-off. Quarta vittoria consecutiva e zona play-off ad appena un punto. A dispetto del risultato però la partita è stata combattuta e incerta fino al novantesimo, fino  a che il nostro capitano non ha sigillato il risultato proprio allo scadere del tempo regolamentare mettendo fine al suo digiuno personale alle Cerbaie perdurante dallo scorso 12 marzo contro il Calenzano.

Sotto una pioggia fine ma insistente accompagnata da un freddo pungente, Staffoli e Certaldo hanno legittimato la propria posizione in classifica dandosi battaglia per conquistare un posto al sole in ottica play-off.

Appena il tempo di scaldarsi un po' che Leonardo Vanni, poco fuori area, con un tiro cross a rientrare dalla sinistra beffa difesa e portiere viola senza che nessuno tocchi la palla. Il terreno viscido ha fatto il suo imprimendo alla sfera maggiore velocità una volta toccato terra prima d'infilarsi alla sinistra dell'esterrefatto Severini.

Il Certaldo non si perde d'animo ed inizia a macinare gioco. L'impressione generale è che sarà quasi impossibile portare in fondo il risultato di misura. Ma la difesa regge, Della Maggiore , quest'oggi centrale difensivo, giganteggia respingendo un'infinità di palloni, il centrocampo non cede eccessivamente metri dando così modo alla squadra di rifiatare e l'attacco tiene costantemente in apprensione la difesa viola.  Assolutamente positivo l'esordio di Emanuele Covato schierato in appoggio del bomber Cesari. Da rivedere su un terreno asciutto dove le sue qualità di velocista  saranno maggiormente esaltate. 

Il tempo si chiude con i biancorossi  che concedono solo qualche conclusione da fuori area preda del sempre bravo Caprai.

Ripresa col Certaldo a caccia del pari e costretto a fare la partita. Il terreno scivoloso e sempre più inzuppato fanno però il gioco dello Staffoli che riesce a difendersi con ordine andando raramente in affanno. L'occasione più ghiotta per il pari arriva a metà ripresa sui piedi di D'Urso: scattato sul filo del fuorigioco beffa la difesa biancorossa e un Caprai in avventurosa uscita, ma il suo piazzato rasoterra  a porta spalancata è debole dando modo a Della Maggiore di recuperare. 

Fuori uno stremato Michetti e dentro Federico Pagni. Proprio quest'ultimo dà nuova verve al nostro centrocampo nonchè un filtrante per Cesari che poco dentro l'area fredda Severini in disperata uscita. 

Col Certaldo catapultato in avanti arriva anche il 3-0.  Contropiede di Morelli che offre al neo-entrato Bertini una comoda palla da appoggiare in rete. 

All'ultimo minuto del recupero, fra l'euforia generale, D'Urso trova il gol della bandiera per il Certaldo.

Finisce qui, col Certaldo che in novanta minuti subisce tante reti quante ne aveva subìte nelle sei precedenti trasferte. 

Staffoli che scaccia definitivamente i fantasmi d'inizio stagione e può guardare con rinnovato ottimismo al prosieguo del campionato. Come non ci eravamo depressi nelle fasi iniziali della stagione, non ci sembra il caso di esaltarsi oltremisura dopo questo successo, anche se i segnali che la squadra sta mandando ci sembrano importanti.

Domenica prossima trasferta a Massa Marittima contro il Massa Valpiana, squadra ultimamente in decisa frenata, reduce da tre sconfitte consecutive. Sarà l'ultima partita prima della sosta per le festività natalizie.

  

 

STAFFOLI – CERTALDO  3-1

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Perna, Dudine, Filidei, Della Maggiore, Di Vina (80’ Rinaldi), Michetti (62’ Pagni), Cesari (85’ Bertini), Vanni, Covato (73’ Bertini)

A disposizione: Ruggiero, Mandorlini, Bartalesi

All.: Ermini Filippo

 

CERTALDO: Severini, Mogavero, Volpini, Pampalone, Malquori, Aggravi (83’ Bartali), Ble Andrea (76’ Palmiero), Corsi, Bartalini (58’ Irani), Giani, D’Urso

A disposizione: Taverni, Panti, Riccobono

All.: Dainelli Pietro

 

ARBITRO: Sig. Domenici di Firenze

 

Reti: VANNI al 9', CESARI all'83', BERTINI al 90', D'Urso al 94' 

 

NOTE: Ammoniti Dudine, Di Vina, Malquori

 

  


FABBRICA  -  STAFFOLI   1-2

 

03/12/2017 - Non c'è due senza tre e così arriva la terza vittoria consecutiva con undici punti conquistati nelle ultime cinque partite. La serie positiva si allunga e la classifica finalmente inizia a sorridere. 

Sgombriamo subito il campo: vittoria meritata e che va stretta ai nostri ragazzi capaci per la prima volta nella stagione di ribaltare il risultato aggiudicandosi così l'intera posta in palio.

Incontro che ha visto lo Staffoli fare la partita per quasi tutti i novanta minuti andando ripetutamente vicino al gol, ma un'ingenuità in disimpegno difensivo di Dudine concedeva il gol del vantaggio ai bianconeri (oggi in tenuta celeste) locali al 37' del primo tempo. Rabbiosa reazione dei biancorossi per l'immeritato svantaggio e pareggio agguantato nei minuti di recupero della prima frazione col sempre generosissimo Perna con una conclusione dai venti metri di collo piede che termina la sua corsa nell'angolino alla sinistra dell'incolpevole Guidi.

Ripresa con lo Staffoli votato quasi esclusivamente alla fase offensiva e Fabbrica molto guardingo più attento a non prenderle piuttosto che a darle. L'impressione generale col passare dei minuti è che si possa fare. Da segnalare purtroppo un brutto infortunio a Bianchi costretto a lasciare claudicante il campo al 57', al suo posto il rientrante Leonardo Vanni a dirigire la difesa da par suo. Un grosso in bocca la lupo al nostro difensore nella speranza di rivederlo in campo quanto prima.

Ritornando alla partita, ci si crede e ci crede il Mister Ermini che al 62' getta nella mischia capitan Bertini, tenuto precauzionalmente a riposo per una fastidiosa pubalgia, venendo ripagato dopo un quarto d'ora. Spizzata di testa di Cesari a liberare il nostro capitano in area che, leggermente defilato sulla sinistra, di prima intenzione trova il tempo per la battuta vincente rendendo vano il disperato recupero di Mancini.

Finale all'arma bianca del Fabbrica e Staffoli che in contropiede avrebbe ripetutamente l'occasione di chiudere l'incontro, ma la poca convinzione nelle conclusioni a rete abbinata ad una imprecisione cronica nell'ultimo passaggio fanno sì chè i locali rimangano in partita fino alla fine.

All'85' Fabbrica in dieci per l'espulsione del centravanti Corona. Ciò nonostante ci provano fino al fischio finale con palle gettate nel mucchio chiamando all'impegno Caprai un paio di volte per sbrogliare la matassa.

Finisce dopo sei minuti di recupero con i nostri ragazzi in festa. 

Domenica prossima a Staffoli è atteso il Certaldo, squadra che ci sopravanza in classifica di due punti e attualmente in zona play-off. Si può sognare? Certo, a patto di rimanere coi piedi per terra.

 

 

FABBRICA – STAFFOLI 1-2

 

FABBRICA: Guidi, Barsottini (70’ Bartaloni), Bigazzi, Mancini, Grilli, Menciassi, Cionini, Bini, Corona, Ivone (23’ Castellacci -75’ Brogi), Marcheti

A disposizione: Fulceri, Sandri, Sanna, Bini

All.: Bigazzi Piero

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Perna, Dudine, Bianchi (57’ Vanni), Della Maggiore, Di Vina (73’ Rinaldi), Pagni, Cesari, Morelli (85’ Bartalesi), Michetti (62’ Bertini)

A disposizione: Ruggiero, Orsucci, Filidei,  

All.: Ermini Filippo

 

RETI: Castellacci al 37', PERNA al 48' pt, BERTINI al 76' 

 

NOTE: Ammoniti Cionini, Mancini, Brogi, Della Maggiore, Morelli, Del Vita, Pagni. Espulso per somma di ammonizioni Corona all’85’

  

 


 STAFFOLI  -  ROSIGNANO SEI ROSE  1-0 

 

26/11/2017 - Una sofferenza, va detto. Nonostante il Rosignano non abbia mai concluso a rete, chiudiamo l'incontro vittoriosi col minimo sindacale, ma con un patema d'animo che ci saremmo volentieri risparmiato. Staffoli che domina il primo tempo andando meritatamente in vantaggio, ma che nella ripresa cade vittima dei suoi soliti fantasmi non riuscendo nè a chiudere l'incontro nè tantomeno a gestirlo con la dovuta sagacia. Però anche oggi come Domenica scorsa la beffa finale - alla quale non ci si disabitua mai - non è arrivata e così intaschiamo molto volentieri questi tre punti.

Primo tempo a senso unico con lo Staffoli quasi esclusivamente votato all'attacco, ma la scarsa vena odierna dei propri attaccanti  fa sì che il Rosignano mantenga inviolata la propria porta fino al 38'.

Fa da preludio al gol un tiro cross di Pagni che va ad incocciare la traversa. Gol vittoria che come già detto arriva a pochi minuti dal termine della prima frazione su lungo traversone di Bertini dove Dudine, indisturbato, sul palo opposto si fa trovare pronto all'appuntamento e di piattone mette dentro da pochi passi. 

Sbloccato l'incontro ci si attende uno Staffoli con più spazi a disposizione e magari più sciolto: macchè!

La ripresa vede i biancorossi cedere il campo al Rosignano e devono ringraziare la modestia della squadra avversaria se non sono arrivati pericoli per Caprai che chiude l'incontro praticamente inoperoso.

Con i biancazzurri votati alla ricerca del pari, in verità, le occasioni per chiudere la partita ci sono state: prima Pagni dal dischetto del rigore calcia alle stelle una comoda palla fornitagli da Perna, poi Bertini devia debolmente di testa consentendo a Cruciata un salvataggio in extremis sulla linea e infine sempre capitan  Bertini scattato sul filo del fuorigioco si presenta in solitudine davanti a Persichini facendosi respingere la conclusione.

Ultimi minuti al cardiopalma con palle sparacchiate un po' a caso da entrambe le parti, ma non accade più nulla.

Curiosità: il Mister Ermini oggi non ha effettuato nessun cambio.

Classifica adesso che ci vede a metà del guado: cinque punti ci distanziano dalla zona play-off e sempre cinque punti dalla zona play-out. C'è da decidere cosa faremo da grandi, per adesso prendiamo un brodino nella speranza di vedere più serenità in tutto l'ambiente e soprattutto nei nostri ragazzi.

Domenica prossima insidiosa trasferta sul terreno del pericolante Fabbrica, sebbene in casa non abbia ancora vinto, nelle ultime giornate sta mostrando chiari segni di ripresa.

 

 

STAFFOLI – ROSIGNANO SEI ROSE  1-0

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Perna, Dudine, Bianchi, Della Maggiore, Di Vina, Michetti, Cesari, Bertini, Pagni

A disposizione: Ruggiero, Orsucci, Safina, Marinari, Vanni, Bartalesi, Morelli

All.: Ermini Filippo

 

ROSIGNANO SEI ROSE: Persichini, Fratini, Vignale (46’ Cruciata) Bartoletti, Cammellini, Di Federico, Tei (64’ Di Versi), Reggio, Dabjani, Bencini, Rabellino (75’ Pineschi)

A disposizione: Gracci, Mannucci, Filippi, Chiti

All.: Grossi Daniele

 

ARBITRO: Sig. Ammannati di Firenze

 

RETE: DUDINE  al 38'   

 

NOTE: Ammoniti Bianchi, Della Maggiore, Rabellino

 

 


FORNACETTE CASAROSA  -  STAFFOLI   1-2

 

19/11/2017 - Dopo oltre un mese, Staffoli che torna finalmente al successo. Una vittoria sofferta, ma  voluta con le unghie e i denti da tutto l'entourage biancorosso per cercare di ridare un volto decente ad una classifica che fino ad oggi ci vedeva in una situazione più che critica, ma che dopo questi novanti minuti ci proietta almeno fuori  dalla zona play-out.

Partita nervosa dal primo all'ultimo minuto con un generosissimo serrate finale dei padroni di casa che ancora ci rimanda il cuore in gola, ma stavolta la beffa finale non è arrivata.

Pronti via e capitan Bertini dopo otto minuti di gioco ritrova il feeling col gol: cross dalla sinistra di Perna, palla rimessa in mezzo da Pagni con Bertini sotto misura che da due passi mette dentro. 

L'incontro scorre via sui binari dell'equilibrio con frequenti ribaltamenti di fronte senza tuttavia grossi sussulti ad eccezione di una clamorosa traversa colta da Ceccanti alla mezz'ora con una botta a scendere dai venti metri con palla che rimbalza fortunatamente in campo. 

Ad inizio ripresa Pagni manca clamorosamente il raddoppio sparando fuori da pochi passi un calcio di rigore in movimento. Il raddoppio arriva al 13' su imbeccata del generoso Perna per Bertini che di testa anticipa Lazzerini in disperata uscita timbrando lo 0-2.

Furiosa reazione delle Fornacette che dimezza le distanze al 26'. Prodezza di Caprai su conclusione ravvicinata di Hemmy, ma è lesto Toni da due passi ad insaccare con un tap-in vincente.

La partita si incattivisce, fioccano i cartellini gialli. Fornacette che  getta nella mischia tutte le punte a propria disposizione creando ammucchiate ma anche molta confusione. 

Staffoli che avrebbe campo e occasioni per chiudere la partita, l'imprecisione nelle ripartenze però dà quasi sempre l'occasione ai difensori locali di rimediare in qualche modo.

Finisce dopo sette minuti di recupero fra le ansie dei  tifosi staffolesi in preda alla sindrome del gol all'ultimo minuto.

Ossigeno per tutti, ma guai ad abbassare la guardia.

 

 

FORNACETTE CASAROSA – STAFFOLI 1-2

  

FORNACETTE CASAROSA: Lazzerini, Pantani (81’ Ferrucci A.), Parentini (46’ Sbranti), Pardossi, Banchellini, Cristiano, Greco, Heray, Hemmy, Sbranti Manuel (69’ Ledesma), Ceccanti (64’ Toni) 

A disposizione: Balestri, Cecconi, Ferrucci M. 

All.: Malasoma Lido 

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Perna, Bianchi, Dudine, Della Maggiore, Di Vina (81’ Marinari), Michetti (93’ Orsucci), Cesari, Bertini (88’ Morelli), Pagni 

A disposizione: Ruggiero, Bozzolini, Vanni, Bartalesi 

All.: Ermini Filippo 

 

ARBITRO Medvid Oleksandr di Pisa 

 

RETI: BERTINI all'8', BERTINI al 58', Toni al 71' 

 

NOTE: Ammoniti Sbranti Manuel, Sbranti, Cristiano, Ledesma, Michetti, Dudine, Cesari, Di Vina, Bertini, Morelli, Marinari

 

  


FORNACETTE CASAROSA  -  STAFFOLI   2-1   (Coppa Toscana)

 

15/11/2017 -  In una fredda giornata autunnale con un fastidisissimo vento che per tutta la partita ha sferzato il prato di Fornacette termina l'avventura dello Staffoli in Coppa Toscana.

Partita che ha visto i nostri ragazzi portarsi, per l'ennesima volta, meritatamente in vantaggio in chiusura di prima frazione ma che immancabilmente hanno dovuto subire il ritorno degli avversari, stavolta  chiudendo addiruttura con una sconfitta e con l'addio alla competizione.

Primo tempo con lo Staffoli a fare la partita. Cesari in un paio di occasioni ha la palla buona ma prima tenta un debole pallonetto facile preda dell'estremo difensore e successivamente calcia su Lazzerini in disperata uscita. La palla più clamorosa però capita sui piedi di Bertini che in mischia tira debolmente verso la porta avversaria vedendosi deviare il pallone che finisce prima sul palo e poi sul fondo.

Partita comunque che i biancorossi riescono a sbloccare al 40' con un missile terra-aria di Dudine dai 22 metri sul quale non può niente l'incolpevole Lazzerini. Al riposo Staffoli in vantaggio.

Appena il tempo di ripartire che Hemmy, su imbeccata dalla destra, di prima intenzione anticipa di giustezza Del Vita ed indovina l'angolino alla sinistra di Caprai. Parità ristabilita e vantaggio dello Staffoli che è durato lo spazio di sei minuti.

Partita che si incattivisce, fioccano falli, simulazioni e cartellini gialli.

Il Fornacette ristabilisce anche il conto dei legni sempre con Hemmy (assoluto mattatore) che di testa su azione da calcio d'angolo timbra il montante alla sinistra di Caprai.

Staffoli un po' sulle gambe e Fornacette che presidia maggiormente il terreno di gioco senza tuttavia portare serie minacce alla porta difesa da Caprai.

A cinque minuti dal termine l'episodio decisivo: Greco in area cerca il contatto con Del Vita il quale cintura leggermente l'attaccante locale che cade a terra, per l'arbitro è rigore.

Hemmy realizza firmando la sua personale doppietta.

Staffoli che si getta generosamente aventi creando qualche mischia in area avversaria ma termina 2-1 con i giocatori locali in tripudio e Staffoli che mestamente abbandona la competizione.

Domenica in campionato andrà in scena il replay di questa partita, con il vivo augurio di un epilogo diverso.

 

G.S. Staffoli così in campo (3-5-2)

 

Caprai, Bianchi (Morelli dall'86'), Della Maggiore, Del Vita, Di Vina, Dudine, Vanni, Michetti, Marinari, Cesari, Bertini.

 

Reti: DUDINE al 40', Hemmy al 46', Hemmy (r) all'85'

 


STAFFOLI   -  CASOLESE    1-1 

 

12/11/2017 -   Errare è umano, perseverare è diabolico. Staffoli ancora una volta raggiunto nei minuti conclusivi dell'incontro e stavolta la rabbia e il nervosismo abbondano in quantità industriali.

Non è nelle nostre corde, nè tantomeno nel  vostro umile interlocutore, invocare la malasorte, ma oggi veramente la dea bendata si è dimenticata di noi.  

Nell'unica conclusione a rete di tutto il secondo tempo, giunta a tre minuti dal termine, la Casolese agguanta un insperato quanto poco equo pareggio. 

Una punizione dai trenta metri in posizione centrale calciata con forza verso la rete di Caprai viene rimpallata poco dentro l'area facendo fortunosamente terminare la sfera sui piedi di Conforti che all'altezza del dischetto del rigore fredda Caprai con una sassata sotto la traversa.

Che altro dire? Primo tempo con leggero predominio territoriale dei ragazzi di Mister Ermini con un'occasione sprecata da capitan Bertini che ancora si starà chiedendo come sia riuscito da non più di tre/ quattro metri, a porta spalancata, a calciare sopra la traversa. 

Di contro da segnalare una estirata  di Gianni da dentro l'area con palla che sfila alta facendo tirare un sospiro di sollievo al popolo biancorosso locale.

Nella ripresa su ennesima incursione dalla sinistra di Perna (il migliore in campo) palla che giunge a centro area a Cesari: controllo, giravolta e Cevenini è trafitto. 

Dopo pochi minuti Casolese in dieci per l'espulsione del centravanti  Nencini per fallo di reazione.

Per lo Staffoli sembrava davvero fatta: Casolese che non riusciva a portare serie minacce alla porta di Caprai, ma biancorossi molto imprecisi nelle numerose occasioni presentatesi per le ripartenze.

Poi il patatrac già descritto. Ennesimo pari casalingo ed ennesima beffa.

Domenica prossima altro match delicato a Fornacette. Imperativo non perdere!

 

 

STAFFOLI – CASOLESE 1-1

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Perna, Mandorlini (44’ Dudine), Bianchi, Della Maggiore, Rinaldi, Vanni, Cesari, Bertini (89’ Michetti)

A disposizione: Ruggiero, Orsucci, Bozzolini, Bartalesi, Morelli.

All.: Ermini Filippo

 

CASOLESE: Cevenini, Caciagli, Conforti, Livi, Rebasti, Parigi (76’ Mare Marco), Bianchi, Mare Federico, Nencini, Gianni (82’ Francini), Abate

A disposizioni: Pistolesi, Betti, Cellesi

All.: Pinzuti Mirko

 

ARBITRO Belluomini di Viareggio

 

RETI: CESARI al 60', Conforti all'87'

 

NOTE: Ammoniti Bianchi, Dudine, Conforti, Parigi. Espulso Nencini al 68’ 

 


STAFFOLI   -  SANROMANESE VALDARNO   1-1

 

05/11/2017 -  Ancora una volta dobbiamo commentare una mancata vittoria sfumata quasi sulla linea del traguardo. Staffoli in vantaggio fino all'88' quando sull'ennesimo attacco Sanromanese, Botrini da centro area trova la girata vincente sulla quale il pur bravo Caprai non può fare niente.

Primo tempo guardingo da entrambe le parti e piuttosto equilibrato almeno fino al 40' quando Cesari viene steso in area procurandosi il quinto rigore stagionale (quarto personale) che freddamente si incarica di trasformare. 

Secondo tempo che vede il G.S. Staffoli arretrare paurosamente concedendo sempre più campo agli ospiti che hanno avuto il grande merito di crederci fino in fondo. 

Seriamente preoccupante il calo fisico dei biancorossi nella ripresa che raramente li ha visti ripartire e creare apprensioni alla difesa gialloblu, i quali in certi frangenti hanno veramente attaccato a pieno organico. Come se non bastasse all'84' per reiterate proteste si è fatto scioccamente espellere Di Vina lasciando lo Staffoli in dieci e dando ancora più coraggio ai canarini che dai e dai hanno raggiunto il pari.

Sconforto e scoramento è il sentimento che attanaglia tutto l'entourage biancorosso: c'è poco da girarci intorno, la classifica piange, le vittorie latitano e pure il reparto offensivo che sembrava adeguato alla categoria, in realtà è tenuto in piedi dal solo Cesari. 

Dopo le due meritate vittorie contro Venturina e Montelupo ha fatto seguito appena un punto nelle ultime tre gare (due delle quali in casa)  relegandoci sempre più in una posizione di classifica che purtroppo ci vede sgomitare nelle parti basse chè di luce ne vediamo veramente poca.

Domenica arriva la Casolese, squadra al nostro pari un po' sotto tutti gli aspetti. 

Ci auguriamo di far valere il fattore campo e che sia la volta buona per tornare al successo.

 

 

STAFFOLI – SANROMANESE VALDARNO 1-1

 

STAFFOLI: Caprai, Del Vita, Di Vina, Dudine (71’ Mandorlini), Bianchi, Della Maggiore, Rinaldi, Pagni, Cesari, Vanni (91’ Michetti), Perna (50’ Bertini)

A disposizione: Ruggiero, Orsucci, Bartalesi, Morelli.

All.: Ermini Filippo

 

SANROMANESE VALDARNO: Filippeschi, Farroni, Bachi (46’ Giani), Garzelli, Borghini, Citi, Telleschi, Falcioni (72’ Regini), Di Candia, Maccari (91’ Callari), D’Alessandro (50’ Botrini)

A disposizione. Romano, Scali, Giannangeli.

All.: Chetoni Fabio

 

ARBITRO Fabio Marino di Pisa

 

RETI: CESARI (r) al 40', Botrini all'88' 

 

NOTE: Ammoniti Del Vita, Dudine, Vanni, Falcioni, Telleschi. Espulso Di Vina all’84’

 

 


GEOTERMICA  -   STAFFOLI    1-0

 

29/10/2017 -  Il campionato biancorosso sta decisamente prendendo una brutta piega.  I numeri parlano chiaro: quarta sconfitta in appena sette giornate di campionato con soli otto gol all'attivo e ben dodici al passivo ci relegano dopo la giornata odierna in piena zona play-out. 

La partita di oggi era oggettivamente molto complicata e non è in queste incontri che dobbiamo sperare di fare punti, anche se come in altre occasioni non mancano i rimpianti. Una sconfitta di misura che poteva essere evitata, ma tant'è e troviamo superfluo guardare indietro per ciò che poteva essere e non è stato. Voltiamo pagina e tiriamo avanti cercando di vedere il bicchiere mezzo pieno anche se non è facile. L'unico lato positivo del cammino staffolese fino a qui è quello di aver incontrato praticamente già tutte le avversarie più toste e accreditate per il passaggio di categoria. Adesso ci attende una serie di partite contro compagini che almeno sulla carta dovrebbero essere più abbordabili o quantomeno sul nostro livello.

Domenica prossima a Staffoli è attesa la Sanromanese Valdarno e a distanza di una settimana la Casolese sempre fra le nostra mura.

Dopo queste due partite forse avremo più chiaro il quadro di ciò che dobbiamo attenderci da questa stagione che allo stato attuale sembra essere in salita. 

 

G.S. Staffoli oggi così in campo (3-5-2)

 

Caprai, Del Vita, Filidei (Perna dal 70'), Della Maggiore, Bianchi, Michetti (Mandorlini dal 60'), Pagni, Vanni (Dudine dal 74'), Di Vina (Rinaldi dal 70'), Cesari, Bertini.

 

Rete: Esposito al 60'


UNIONE PONTIGIANA - STAFFOLI   0-2   (Coppa Toscana) 

 

25/10/2017 -  Staffoli corsaro a Ponte Buggianese e pratica archiviata nei novanta minuti regolamentari. 

In una fresca serata di Ottobre i nostri ragazzi riscattano il brutto falso di Domenica scorsa in campionato e superano meritatamente il turno ai danni di una coriacea Unione Pontigiana.

Rispetto alla sconfitta casalinga contro il Castiglioncello, Mister Ermini propone una formazione leggermente più sbilanciata con Rinaldi in luogo di Di Vina e Michetti in sostituzione di Pagni.

Primo tempo molto tattico ed avaro di emozioni con entrambe le compagini che hanno pensato più a non prenderle. Da segnalare una prodezza di Caprai a metà tempo quando il centravanti Pontigiano liberato a tu per tu ha battuto a colpo sicuro, ma davvero prodigioso l'intervento del nostro estremo difensore che sventa la minaccia. In chiusura di tempo la palla buona per lo Staffoli capita sui piedi di Bertini, ma da favorevole posizione e praticamente libero da marcature, in mezza girata, mette debolmente a lato.

Ripresa che vede lo Staffoli più convinto e prendere in mano le redini dell'incontro. Alla mezz'ora l'episodio che sbocca la partita: Cesari viene affossato in area mentre sta per colpire di testa. Calcio di rigore che lo stesso bomber s'incarica di battere.

Botta secca a mezza altezza alla destra del portiere e Staffoli in vantaggio.

Reazione scomposta dell'Unione Pontigiana che frutta solo qualche traversone in area, ma apre voragini per i contropiede dei nostri ragazzi.

Nel primo minuto di recupero allungo vincente di Cesari che timbra un gol in fotocopia di quello firmato dieci giorni fa a Montelupo. Una lunga e trionfale galoppata alla quale niente hanno potuto i difensori rossoblu locali. 

Francesco Cesari firma il suo quinto centro stagionale, terzo in Coppa, e dimostra che quando ha campo diventa una locomotiva pressochè inarrestabile.

Adesso negli ottavi di finale ci attende il Fornacette Casarosa che ha eliminato i Colli Marittimi. 

Incontro in programma Mercoledi 15 Novembre a Fornacette sempre alle ore 20,45.

 

Schieramento odierno del G.S. Staffoli (3-5-2)

 

Caprai, Del Vita, Filidei, Della Maggiore, Rinaldi (Di Vina dall'88'), Vanni (Dudine dall'82'), Mandorlini, Michetti (Pagni dal 76'), Marinari, Cesari, Bertini (Perna dal 76').

 

Reti: CESARI (r) al 74', CESARI al 91'


STAFFOLI  -  CASTIGLIONCELLO  0-2

 

22/10/2017 - Era la giornata che avrebbe dovuto sancire il definitivo cambio di marcia, invece un Castiglioncello quadrato e messo benissimo in campo fa meritatamente sua l'intera posta in palio e tarpa le ali ai sogni biancorossi.

Le due vittorie consecutive avevano illuso un po' tutti sul ritrovato spirito e sulla bonta dell'organico staffolese, ma la partita di oggi ci riporta coi piedi per terra dispensando  un necessario bagno di umiltà 

per ripartire col piede giusto  già da mercoledi sera nei sedicesimi di finale di Coppa Toscana. 

La partita odierna sinceramente non lascia molti rimpianti: se è vero che la partita è stata sbloccata a metà primo tempo da un calcio di rigore molto generoso per fallo di mani chiaramente involontario di Della Maggiore e che in precedenza Mandorlini ha malamente calciato a lato una favorevolissima occasione da centro area, altrettanto vero è che i biancazzurri possono mettere sulla bilancia un clamoroso palo interno a fine primo tempo e una traversa su punizione nella ripresa. In entrambi i casi Caprai non avrebbe potuto fare niente.

Il raddoppio del Castiglioncello è arrivato su ingenuità difensiva allo scadere dei novanti  minuti dopo che per tutto il secondo  tempo si è difeso con ordine concedendo davvero poco  agli avanti  biancorossi.

In pieno recupero, sullo 0-2, ci sarebbe anche il tempo per riaprire la partita, ma dispiace passare alle statistiche il terzo errore consecutivo dal dischetto  di capitan Bertini: tiro alle stelle e prima partita del campionato chiusa senza reti all'attivo.

Sempre per dovere di  cronaca da segnalare a metà ripresa la doppia espulsione del nostro Marinari  e del biancazzurro Grandi per reciproche scorrettezze. 

Mercoledi sera c'è subito l'occasione per il riscatto e Domenica prossima col nuovo orario invernale delle 14,30 ci attende la proibitiva trasferta di Larderello contro la lanciatissima Geotermica.

 

Oggi il G.S. Staffoli era così schierato (3-5-2)

 

Caprai, Del Vita, Filidei, Della Maggiore (Perna dal 79'), Di Vina (Rinaldi dal 65'), Vanni, Mandorlini (Michetti dal 72'), Pagni (Morelli dall'89'), Marinari, Cesari, Bertini.

 

Reti: Lo Vecchio (r) al 28', Francalacci all'89'.


 MONTELUPO  -  STAFFOLI   0-2

 

15/10/2017 -  Bene, bravi, bis. Dopo la prima vittoria stagionale di Domenica scorsa contro la capolista Venturina, il G.S. Staffoli concede il bis sul terreno della nuova capoclassifica con  lo stesso identico punteggio.

Una vittoria limpida e cristallina che rilancia le ambizioni dei nostri ragazzi facendo apparire l'orizzonte decisamente più roseo.

In una splendida giornata di sole, Mister Ermini conferma il nuovo schieramento, che così bene aveva figurato contro il Venturina, con la sola variante di Leonardo Vanni al centro della difesa in sostituzione del febbricitante Della Maggiore e l'inserimento di Michetti in mezzo al campo: un classico 3-5-2 che all'occorrenza ha saputo trasformarsi in un più coperto 5-3-2.

La nuova disposizione tattica oltre ad assicurare maggiore protezione a Caprai - che infatti corre pochi rischi - garantisce anche una circolazione di palla più fluida dove ogni interprete sembra reperire al meglio  le direttive del Mister. 

Primo tempo dove i biancorossi fanno la partita e che avrebbero meritato di chiudere in vantaggio, ma prima Bertini da buona posizione incrocia troppo la conclusione e successivamente Michetti  si vede respingere con una mezza prodezza una sassata esplosa dai venti metri. Di contro da segnalare un grosso pericolo corso in apertura da Caprai su un incertezza difensiva che libera il centravanti avversario a tu per tu col nostro estremo difensore: piedone del portiere e pericolo sventato.

Il rammarico di aver chiuso il primo tempo a reti inviolate però non scalfisce la sicurezza dei nostri ragazzi che a metà ripresa passano con un ritrovato capitan Bertini  liberato in area da Cesari. Rasoterra che il portiere locale può solo sfiorare prima di raccogliere la sfera in fondo al sacco.

Montelupo che si getta a capofitto in avanti ma dopo soli 5 minuti una lunga sgroppata di Cesari, partito dalla sua metà campo si conclude con la rete del raddoppio. Inutile la disperata rincorsa dei difensori amaranto, le lunghe leve del nostro bomber non hanno lasciato scampo. Due a zero e partita in ghiaccio.

A questo punto c'è solo da far scorrere i minuti: l'arrembaggio del Montelupo più con la forza della disperazione che altro, frutta qualche mischia ma una sola palla gol a tre minuti dallo scadere. Miracolosa respinta di Filidei su tiro a botta sicura dell'avanti amaranto.

C'è il tempo di segnalare l'ingresso in campo di Mattia Perna dopo un lungo infortunio e siamo certi che da ora in avanti il ragazzo non lesinerà energie per dare il suo contributo alla causa biancorossa.

Dopo la depressione delle prime partite arriva finalmente un giusto riconoscimento per i nostri  ragazzi.

Teniamo a freno l'entusiasmo, rimaniano con i piedi per terra e continuiamo a lavorare: la strada è lunga ma il cammino intrapreso lascia davvero ben sperare.

 

Questo lo schieramento odierno del G.S. Staffoli (3-5-2)

 

Caprai, Del Vita, Vanni, Filidei, Di Vina, Mandorlini, Pagni (Perna dall'82') Michetti, Marinari, Cesari, Bertini (Rinaldi dal 77')

 

Reti: BERTINI al 67', CESARI al 72'

 


 STAFFOLI  - VENTURINA   2-0

 

08/10/2017 - Finalmente arriva il primo squillo stagionale. Squadra motivata, ben messa in campo e convinta della propria forza. 

Due gol, due pali e numerosi occasioni da rete contro  un'avversaria presentatasi a Staffoli da capolista imbattuta e che per buona parte dell'incontro ha motivato la sua posizione di classifica.

Mister Ermini risistema la difesa a tre e blinda la porta di Caprai che corre pochissimi rischi:  sulle fasce Di Vina e Marinari molto disciplinati nel tenere la posizione e sostenere all'occorrenza il centrocampo dove Vanni, partito un po' in sordina, è venuto fuori alla distanza, non solo timbrando il gol del meritato  vantaggio, ma finendo anche per giganteggiare in mezzo al campo.

Davanti il solito Cesari a fare a sportellate contro tutta la difesa avversaria e capitan Bertini in vistosa ascesa ripetto alle ultime uscite.

Primo tempo molto equilibrato con un Venturina molto ben disposto che per la prima mezz'ora ha imbrigliato i biancorossi costringendoli più volte sulla difensiva. Alla mezz'ora però una clamorosa traversa di Cesari a portiere battuto fa capire che si può fare. Da lì in avanti  Staffoli in crescita e Venturina costretto a difendersi  a più riprese. 

Ad inizio ripresa da segnalare un brutto infortunio all'ala sinistra ospite Martini che cade pesantemente a terra sbattendo la testa: attimi di paura. Viene portato via in barella ma non sembrerebbe niente di grave. Un grosso in bocca al lupo al ragazzo.

Al 27' della ripresa arriva il gol del vantaggio: lunga punizione di Mandorlini a spiovere in area, colpo di testa di Filidei che rimette in mezzo dove Vanni sempre di testa si fa trovare pronto ed insacca.  

Stavolta lo Staffoli non si siede e non cede il pallino del gioco, tant'è che poco dopo Cesari dopo un'insistita azione personale calcia a colpo sicuro sul primo palo, ma ancora una volta il legno  interno respinge la conclusione del bomber. E  con questo siamo già a quattro legni stagionali.

La paura della beffa negli ultimi minuti viene scacciata da capitan Bertini che dopo una pregevole azione sulla sinistra mette al centro dove Mandorlini,anche se pressato, trova il tempo per la battuta vincente.

Non accade più niente.

Una bella iniezione di fiducia contro una compagine che sicuramente finirà nelle parti alte della classifica.

Adesso ci attende la difficile trasferta di Montelupo, nuova capolista solitaria, ma lo Staffoli visto oggi lascia davvero ben sperare per un prosieguo di campionato all'insegna dell'ottimismo.

 

Questo lo schieramento odierno del G.S. Staffoli (3-5-2)

 

Caprai, Del Vita, Filidei, Della Maggiore, Di Vina (Rinaldi dal 91'), Mandorlini, Vanni, Pagni (Michetti dal 78'), Marinari, Cesari, Bertini (Dudine dal 90').

 

Reti: VANNI al 72', MANDORLINI all'86'

 


LAJATICO  -  STAFFOLI    3-2

 

01/10/2017 - L'emorragia purtroppo non si arresta. Sul piccolo campo di Lajatico rocambolesca partita che alla fine ci vede soccombere ancora una volta. 

Partita che con un po' di fortuna potevamo portare a casa, ma non ci sembra il caso e il momento  di attaccarsi alla malasorte: 9 gol incassati in appena tre turni  di campionato sono un biglietto da visita inquietante, ritratto di una squadra in preda a chissà quali fantasmi.

Certo, se sul risultato di 2-2, anzichè infrangersi sulla traversa fosse entrato  il colpo di testa di Filidei con la porta completamente spalancata staremmo sicuramente a parlare di un'altra  cosa.

Primo tempo che vede i ragazzi di Mister Ermini fare la partita e portarsi meritatamente in vantaggio al 25' su preciso colpo di testa di Cesari imbeccato da un millimetrico cross di Del Vita.

Black-out improvviso e dopo appena sei minuti arriva il pari locale grazie a Banelli che di testa può colpire indisturbato e fare secco Caprai: il tutto direttamente da calcio d'angolo a difesa schierata.

Dopo appena sette minuti dall'inizio della ripresa arriva il 2-1 locale con una precisa girata  in mezzo all'area di Salvadori che mette la palla alla sinistra di Caprai, là dove non può arrivare.

Buona reazione dello Staffoli e pari agguantato dopo dieci minuti con Della Maggiore che di testa sfrutta una mischia in area. 

A questo punto Staffoli che crede di far propria l'intera posta in palio con l'occasione già descritta di Filidei. Ma gol sbagliato, gol subìto, tant'è che a metà ripresa su ennesima sbandata difensiva arriva il gol vincente del Lajatico con Lici.

Serrate finale alla ricerca del pari che non arriva. Il Lajatico si difende con ordine e porta a casa la partita e i primi tre punti stagionali.

Dopo tre partite ci troviamo in coda alla classifica con un passivo alla tabella reti subìte piuttosto raccapricciante: non proprio quello che gli sportivi staffolesi avevano immaginato ad inizio campionato.

Non è il momento di guardare la classifica e fantasticare sul prosieguo di stagione: è il momento di fare quadrato e remare tutti nella stessa direzione per tirarsi fuori da questa situazione anche perchè i prossimi due turni di campionato ci metteranno di fronte nell'ordine Venturina in casa e Montelupo in trasferta, ovvero le due attuali capolista. D'obbligo fare risultato.

 

Questo  lo schieramento odierno del G.S. Staffoli (4-3-2-1)

 

Caprai, Del Vita, Filidei, Della Maggiore, Di Vina (dall'83' Bartalesi), Vanni, Pagni, Mandorlini (Dudine dal 76'), Rinaldi, Marinari (Morelli dal 72'), Cesari.

 

Reti: CESARI al 25', Banelli al 31', Salvadori al 52', DELLA MAGGIORE al 62', Lici al 69'.

 


STAFFOLI  -  BUTESE   1-1

 

24/09/2017 - Ci rimane l'urlo strozzato in gola al 93'.  Al penultimo dei quattro minuti di recupero la Butese agguanta un ingiusto quanto insperato pareggio.

Staffoli padrone del campo per un'ora abbondante di gioco, ma che nella fase finale ha ceduto il pallino del gioco ad una coriacea Butese che ha avuto il merito di crederci  fino all'ultimo respiro.

Primo tempo con i ragazzi di mister Ermini a menare le danze ma al 35' una strepitosa azione personale di Fontanelli fa correre i brividi ai padroni di casa: palla che sfila fortunatamente a lato con Caprai battuto.

Ad inizio ripresa il vantaggio staffolese. Lancio in area di Della Maggiore per Cesari, stop di petto e palla all'accorrente Mandorlini che di prima intenzione infila l'angolino alla sinistra del portiere ospite.

Staffoli che continua senza troppi affanni a mantenere il controllo del gioco sfiorando il raddoppio al 59' con Pagni che con un tracciante da fuori area timbra la traversa.

La reazione degli ospiti tarda ad arrivare con Caprai praticamente inoperoso.  Partita che solo nelle concitate battute finali  ha creato qualche apprensione ai tifosi locali, più per la foga agonistica della Butese che non per i reali pericoli creati. 

Al 93' una rimessa laterale in fase di attacco fa pervenire in maniera rocambolesca la sfera in area allo smarcatissimo capitano Buti  che con una rasoiata ad incrociare di sinistro fa secco Caprai.

Non c'è più tempo, finisce 1-1 con molti rimpianti in casa biancorossa.

 

 

Formazione odierna del G.S. Staffoli (4-3-3)

 

Caprai, Del Vita, Filidei, Della Maggiore, Di Vina (Orsucci dal 62'), Vanni, Mandorlini, Pagni (Michetti dal 78'), Morelli (Rinaldi dal 62'), Cesari, Bertini.

 

Reti: MANDORLINI al 49', Buti al 93'

 


CAPANNE  -  STAFFOLI   0-1  (Coppa Toscana)

 

20/09/2017 - Prova d'orgoglio e pronto riscatto del G.S. Staffoli dopo lo scivolone di domenica scorsa. 

Partita scorbutica e piena di falli sul sintetico del nuovo Marconcini di Pontedera.

Fioccano le occasioni per i biancorossi, ma bisogna attendere quasi lo scadere perchè il bomber Cesari ci regali la prima gioia stagionale.

L'altra buona notizia è che siamo riusciti a superare il turno di  Coppa Toscana che prevede il prossimo impegno mercoledi 25 ottobre contro l'Unione Pontigiana a Ponte Buggianese: incontro valevole per i sedicesimi di finale.

Adesso aspettiamo i nostri ragazzi fra le mure amiche Domenica prossima per confermare quanto di buono hanno fatto vedere stasera.

 

Questa la formazione scesa in campo (4-4-2)

 

Caprai, Di Vina (Pagni dall'80'),  Del Vita, Della Maggiore, Filidei, Marinari (dal 40' Morelli), Vanni, Mandorlini, Michetti (dal 56' Rinaldi),  Bertini, Cesari.

 

Rete: Cesari all'89'


COLLI MARITTIMI - STAFFOLI   5-1

 

17/09/2017 - E' sempre difficile commentare una sconfitta, ai limiti dell'autolesionismo dissertare su un rovescio di simili dimensioni. Ci limiteremo a pochi dati essenziali cercando di ripartire da quel poco di buono che il G.S. Staffoli ha fatto vedere sul difficile campo di Guardistallo contro i biancazzurri locali dei Colli Marittimi.

Prato che, sferzato trasversalmente da un forte e fastidiosissimo vento per tutti i novanta minuti, ha messo in mostra due squadre partite con buone ambizioni stagionali, ma che alla fine solo la squadra locale sembra aver legittimato.

Partita che ha avuto un suo perché fino al 40' del primo tempo quando il centravanti biancazzuro  con una zampata sotto misura ha trafitto l'incolpevole Caprai. 

Altra storia, forse, se capitan Bertini al 28' avesse trasformato un calcio di rigore assegnato per trattenuta in area ai danni di Cesari: tiraccio fuori di un metro abbondante alla destra del portiere locale.

Dopo dodici minuti Colli Marittimi in vantaggio, primo tempo chiuso sull'1-0 e Staffoli incapace di reagire.

Ad inizio ripresa (8' e 13') il tremendo uno due che chiude la contesa. Sul 3-0 Staffoli, più per onor di firma che altro, generosamente all'attacco, ma in contropiede alla mezz'ora incassa il poker.

In pieno recupero un colpo di testa di Della Maggiore salva almeno l'onore, ma dopo appena un minuto arriva la cinquina.

Insomma un pomeriggio da incubo per i pochi tifosi accorsi al seguito.

Limitiamoci ad analizzare i primi quaranta minuti  dove lo 0-0 era un risultato equo e dove rimpiangiamo un calcio di rigore fallito. 

Voltiamo pagina in fretta, ricarichiamo il morale e guardiamo avanti perchè questa non può e non deve essere la squadra costruita per affrontare il campionato da protagonista.

Mercoledi sera al nuovo Marconcini di Pontedera incontro di Coppa Toscana contro le Capanne e domenica prossima esordio casalingo in campionato contro la Butese.

Forza ragazzi!

 

Questo  lo schieramento odierno (4-3-3)

 

Caprai, Del Vita (Di Vina dall'84'), Filidei, Della Maggiore, Marinari, Pagni (Morelli dal 68'), Mandorlini, Michetti (Dudine dal 60'), Rinaldi, Cesari, Bertini (Bartalesi dal 75').

 

Reti: Tempini al 38', Tempini al 53', Lamolle al 58', Lamolle al 75', DELLA MAGGIORE al 92', Signorini al 93'


SANROMANESE VALDARNO  -  STAFFOLI   0-0   (Coppa Toscana)

 

03/09/2017 - Inizia con un pareggio a reti bianche la nuova stagione calcistica del G.S. Staffoli: un pareggio - valevole per la Coppa Toscana di Prima Categoria -  che lascia più di un rimpianto in casa biancorossa. 

Partita tutto sommato equilibrata che poteva indirizzarsi in una direzione ben precisa se capitan Bertini sul finire del primo tempo avesse realizzato il rigore assegnato per fallo su Cesari. Troppo angolata la conclusione che s'infrange sul palo alla destra del portiere rossoblu.

Da segnalare, invero, una prodezza di Caprai ad inizio ripresa che respinge una botta a colpo sicuro da due passi del centravanti locale.

G.S. Staffoli che ha tenuto bene il campo per tutto il primo tempo, ma che nel secondo ha lasciato vieppiù campo alla Sanromanese senza tuttavia correre grossi rischi. 

Alla mezz'ora del secondo tempo Sanromanese in dieci (espulsione per somma di ammonizioni del centrale difensivo) e Staffoli che, con le residue forze rimaste, cerca in tutti i modi di far propria l'intera posta in palio senza peraltro trovare l'acuto vincente. 

Il prossimo impegno ufficiale sarà fra due settimane con la prima giornata di campionato sul campo di Montescudaio contra la locale compagine dei Colli Marittimi.

 

Questo lo schieramento odierno dei biancorossi (4-3-3)

 

Caprai, Di Vina, Filidei, Del Vita, Marinari, Pagni, Vanni, Michetti (dal 65' Mandorlini), Rinaldi, Cesari, Bertini.